SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercoledì 5 gennaio al Rebel Pub di Porto d’Ascoli sarà una serata speciale per il rock live. Gli Underground, un gruppo di scalmanati e bravissimi musicisti che dal 1980 propone al pubblico il proprio tributo in musica al vastissimo repertorio dei Rolling Stones, festeggiano i propri trenta anni di attività.
Alberto Gasparrini, Maurizio Barbizzi, Geremia Ferreri, Marco Salotti, Tito De Signoribus, Benedetto Mandolini, e poi Nazzareno Ciriaci, Roberto Tulii, Roberto Crippa, Alessandro Di Giampaolo, Paolo Santori: eccoli qua, i “sacerdoti” sambenedettesi di Jagger e soci.
Con loro le Pietre Rotolanti rivivono in equilibrio fra la fedeltà della tribute band e l’entusiasmo vero e trascinante della musica live, che ricrea le emozioni dell’originale portando il pubblico in una strana forma di consapevolezza, a metà fra il tuffo nel passato e la percezione davvero forte di essere di fronte a epigoni ma veri, a suoni conosciuti ma sempre nuovi. La tradizione che più rock non si può, rivisitata dandole freschezza tostissima sempre fedele all’originale.

Da non trascurare un dato di fascino tutto rock, come riportato sul loro sito The Underground.it. Sono l’unica tribute band italiana che esegue vari brani Blues con la Lap Steel Guitar, “Paint It Black” con l’originale Sitar Indiano, “Lady Jane” con il Dulcimer e “Ruby Tuesday” con il Flauto Traverso. Gli stessi strumenti usati negli anni ’60 dall’indimenticabile Lewis Brian Hopkin Jones.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.671 volte, 1 oggi)