MONTEPRANDONE – Due firme che valgono ciascuna qualche milione di euro. Non è la trama di un film, ma la conclusione di un iter avviato già nel 2007 sotto la giunta del sindaco Bruno Menzietti e arrivato a conclusione nella giornata odierna, giovedì 30 dicembre 2010, con le firme del presidente della Provincia Piero Celani (accompagnato dal dirigente del Servizio Urbanistica Domenico Vagnoni e del sindaco di Monteprandone Stefano Stracci (presente anche l’attuale consigliere provinciale Bruno Menzietti e l’assessore all’Urbanistica Adriano Bordoni) in merito all’accordo di programma che prevede importanti novità alla viabilità cittadina, profondamente sentite dalla cittadinanza ma anche nell’intera Riviera e Vallata del Tronto.

L’atto prevede che i soggetti privati attuatori, a seguito dell’aumento della potenzialità edificatoria di tipo commerciale dell’area, si facciano carico totalmente della realizzazione di opere di urbanizzazione e viarie di grande interesse per il territorio come un nuovo svincolo autostradale sulla superstrada Ascoli-Mare e un sottopasso ferroviario. Da parte propria il Comune di Monteprandone si impegna, su richiesta della Provincia, a realizzare una rotatoria sull’intersezione tra la strada provinciale per Monteprandone e la Salaria con annesse opere di viarie di raccordo e messa in sicurezza di un tratto dell’arteria stessa.
“Esprimo grande soddisfazione per questo accordo – ha dichiarato il Presidente Celani – che costituisce il terzo accordo di programma in materia di Urbanistica e Pianificazione del Territorio siglato dalla Provincia dopo quelli di San Benedetto del Pruacs e messa in sicurezza dell’Albula. Un accordo importante non solo perché prevede l’inserimento di nuove realtà produttive, ma anche perché consente la realizzazione di opere essenziali per risolvere le criticità viarie di un comprensorio strategico del territorio provinciale”.
“In particolare – ha osservato Celani – la Provincia ha promosso la realizzazione di una rotatoria e della relativa viabilità di raccordo sulla Salaria che consente di snellire notevolmente il traffico particolarmente presente nelle ore di punta nell’abitato di Centobuchi riducendo anche l’inquinamento da polveri sottili”.
Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Monteprandone Stefano Stracci che ha dichiarato: ”Grazie alla firma odierna vengono assicurate ben 10 milioni di opere pubbliche, un risultato che si è riusciti a conseguire non “consumando” il territorio,viene infatti abbassata la superficie edificabile inizialmente prevista”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.171 volte, 1 oggi)