da Riviera Oggi in edicola

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Trasferta amara per il Basket Club che perde al termine di una partita tirata fino all’ultimo minuto: 88-83 il risultato finale. Partenza ad alto ritmo per la Pallacanestro Urbania che cerca subito la fuga con Morelli. La Samb concede molti tiri alla squadra di casa, ma i ragazzi di coach Curzi ne sbagliano altrettanti.
Dopo un time out chiamato da coach Romano il Basket Club si sveglia e, trascinato dal giovane play maker Cameli, riesce a recuperare lo svantaggio.

La Pallacanestro Urbania sbaglia molti tiri, nonostante ciò riesce con Morelli a riportarsi avanti chiudendo il primo quarto sul 24-17.
Nel secondo quarto la Samb rientra in campo più motivata e grazie a Cameli, Mattioli e una discreta prova di Campanelli riesce a portarsi di nuovo avanti sui padroni di casa. L’ottima disposizione difensiva dei rossoblu non concede spazi alla Pallacanestro Urbania che si è trovata costretta a concludere quasi sempre da 3, con scarse percentuali. Cameli entra molto bene a canestro realizzando molti punti e subendo anche un fallo antisportivo. Morelli riesce a contenere la Samb grazie a molte realizzazioni sia dalla lunga distanza che da 2.
 Si va al riposo lungo sul 38-38.
 Al rientro dagli spogliatoi la Pallacanestro Urbania accelera e allunga sulla Samb grazie alle ottime prove di Tancini e Morelli.

Il Basket Club cerca di riavvicinarsi con Dohar ma grazie al solito Morelli l’Urbania riesce a rimanere sempre sopra la i ragazzi di coach Romano. Verso la metà della terza frazione di gioco la Samb recupera e si riporta sotto di 6 punti grazie ai tiri di Bruni e Dohar. Il terzo quarto si chiude 64-58.
 Negli ultimi 10 minuti di gioco il Basket Club cerca di recuperare lo svantaggio e grazie a Bruni e alle accelerazioni di Cameli si riporta a -5. La Pallacanestro Urbania non si scompone e riesce a contenere i ragazzi di coach Romano che, pur avendo un super Cameli e un Bruni con un’alta percentuale al tiro (7/8 da 3), non riesce a recuperare la partita e perde 88-83.
Per la Samb c’è da fare i complimenti a De Angelis che gioca quasi due quarti con la caviglia infortunata e ai due giovani (Bruni e Cameli) che in un brutto periodo per il Basket Club stanno stanno riuscendo a tenere in gara fino all’ultimo minuto la squadra insieme ai veterani Dohar e Mattioli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 84 volte, 1 oggi)