MONSAMPOLO DEL TRONTO – Tempo di bilanci anche per l’associazione Croce Gialla di Monsampolo del Tronto, che il 23 dicembre scorso si è riunita per la tradizionale cena di fine anno, che si è svolta al ristorante “Da Maria”.

All’evento hanno preso parte oltre ai numerosi volontari, i rappresentanti delle Associazioni di Volontariato di Montalto, Ripatransone e Grottammare. Il presidente Fazzini ha messo in evidenza nel suo discorso iniziale, l’opera che quotidianamente svolgono i volontari durante i servizi diurni e notturni che la Croce Gialla garantisce alla comunità locale. Parole di grande affetto sono state dedicate al Volontario Orlando Lupi da tutti indicato come il “cuore pulsante” dell’associazione. Le varie istituzioni politiche presenti, hanno dato rilievo all’importanza del volontariato che,sopratutto in questo periodo di difficoltà economiche, è linfa vitale della convivenza come ha detto il Capo dello Stato in occasione della giornata internazionale dedicata, appunto, all’ “opera umana più bella e utile al prossimo”.
La Croce Gialla di Monsampolo, va ricordato, è attiva 24 ore su 24 garantendo la presenza di almeno un volontario dalle 8 alle 20, mentre dalle 20 alle 8 del mattino successivo in 15-20 minuti è in grado di mettersi a disposizione per il servizio notturno.

Presenti alla cena l’assessore regionale all’Ambiente Sandro Donati, il vicesindaco di Monsampolo Ulissi e l’assessore comunale Esposto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 118 volte, 1 oggi)