SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Tavolo politico allargato? Proposta impropria e tardiva”. Sinistra ecologia libertà considera tale l’invito messo sul piatto dai Verdi in merito ad una discussione allargata con vendoliani, grillini e Comitato prg a crescita zero sulle osservazioni presentate a seguito del bando sulla famosa Megavariante.

“Visto l’ormai certo raggiungimento del quorum, l’unica sede legittimata alla discussione non potrà essere che quella della prossima campagna referendaria che sarà l’occasione di un reale e partecipato confronto con i cittadini” ha affermato il coordinatore provinciale di Sel Giorgio Mancini.

“Sel – continua – considera comunque inaccettabile la vera e propria conventio ad excludendum attuata dalle forze di maggioranza nei confronti di Rifondazione Comunista. È evidente, infatti, che qualsiasi discussione su specifici temi amministrativi, e più in generale sulla possibilità di un percorso unitario in vista delle prossime elezioni comunali, non può prescindere dal coinvolgimento di tutte le forze politiche che si riconoscono nel centrosinistra”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)