SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Molto severe le decisioni del Giudice sportivo dopo il teso 1-1 di domenica scorsa tra Teramo e Civitanovese, rovente sia nei 90 minuti regolamentari, con il contestato rigore del pareggio teramano, che nel dopopartita, con il presidente teramano Campitelli aggredito – a suo dire – da un dirigente della formazione di casa. Le due società sono state punite con l’obbligo di disputare la prossima gara casalinga a porte chiuse e con ammende di 2.500 euro per il Teramo e di 2.000 euro per la Civitanovese.

A carico degli abruzzesi il lancio di quattro fumogeni e di una monetina verso il guardalinee; marchigiani puniti, invece, per lancio di oggetti e offese verso la terna arbitrale. Squalificato per una gara, inoltre, il mister rossoblu Gabriele Morganti, oltre al portiere Paniccià, espulso per doppia ammonizione nell’episodio del rigore: i due non ci saranno in Samb-Civitanovese del 5 gennaio. Salterà la gara anche Ivan D’Angelo, squalificato dopo la quarta ammonizione stagionale.

Nella giornata di mercoledì 22 dicembre si sono disputati, inoltre, due recuperi della 19ª giornata: il Real Rimini ha battuto per 1-0 la Jesina, mentre il Cesenatico si è aggiudicato per 3-2 lo scontro-salvezza contro il Miglianico. Giovedì 30 dicembre sono in programma altri recuperi: Luco Canistro-Agnonese, Santarcangelo-Recanatese e Fossombrone-Rimini; chiuderà il programma dei recuperi, il 13 gennaio 2011, Fossombrone-Forlì.

La nuova classifica: Teramo 41, Rimini* 37, Santarcangelo* e Jesina 32, Renato Curi 31, Santegidiese e Real Rimini 30, Samb e Olympia Agnonese* 28, Forlì* 26, Civitanovese 25, Atletico Trivento, Atessa Val di Sangro e Recanatese* 23, Luco Canistro* 22, Venafro 19, Fossombrone** e Cesenatico 14, Miglianico 12, Bojano 7
* Una gara in meno, ** due gare in meno. Santegidiese penalizzata di 1 punto

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 408 volte, 1 oggi)