ASCOLI PICENO – In occasione delle festività di fine anno la Questura di Ascoli Piceno ha organizzato una campagna contro l’uso indiscriminato dei fuochi d’artificio, realizzata in collaborazione con il Provveditorato agli Studi di Ascoli Piceno.

Al riguardo, gli operatori di Polizia hanno effettuato nelle scuole di ogni ordine e grado di Ascoli Piceno, di San Benedetto del Tronto, di Folignano, di Pagliare e di Campofilone una serie di conferenze, incontrando circa 1700 studenti a cui è stata illustrata sia la normativa relativa all’utilizzo di materiale pirotecnico che le gravi conseguenze a cui si può andare incontro con un uso sconsiderato dei fuochi d’artificio.

L’obbiettivo è quello di ridurre in maniera consistente il numero di feriti che si registrano nel periodo delle festività  ed evitare nel contempo l’utilizzo dei botti da parte di minori o l’acquisto di prodotti illegali, pericolosi per l’incolumità sia di chi li usa che delle persone circostanti.

L’interesse suscitato nei giovani è stato sicuramente molto elevato, sia per la parte inerente normativa che per quella sui consigli per un corretto uso dei botti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 79 volte, 1 oggi)