SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il bando per la gara di appalto presenta notevoli carenze di salvaguardia della professionalità  e delle condizioni contrattuali ed economiche dei lavoratori coinvolti”: lo scrivono Oo.ss Fp Cgil e Filcams Cgil di Ascoli Piceno che in un comunicato non hanno celato una certa preoccupazione per ipotetiche ricadute pesanti sulle spalle dei responsabili delle attività di portierato e vigilanza presso l’Ospedale ‘Madonna del Soccorso’.

“L’aggiudicazione dell’appalto vede il subentro di un’azienda che non applica il Contratto Integrativo Provinciale di lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza delle Provincie di Ascoli Piceno e Fermo e costituisce un effetto di dumping a tutto discapito del potere contrattuale e reddituale dei lavoratori che si vedono privati tra l’altro della possibilità di accedere a trattamenti economici quali il buono pasto e i premi di risultato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 134 volte, 1 oggi)