GROTTAMMARE-VIS PESARO 0-1
GROTTAMMARE: Vaccarini, Falà (92), Monaco, Faraone (82’ Orlandi), Attorresi, Oddi, Nardini (64’ Fanizzi 94), Traini, Ludovisi, Oresti, Cataldi (92)-(64’ Fanesi). A disposizione: Pompei (93), Corradetti, Colletta (92), Baldassarri. Allenatore: Giuseppe Malloni
VIS PESARO: Foiera, Matteo Uguccioni, Giovanni Dominici (94), Lapi, Santini, Cencioni, Zonghetti, Omiccioli, Vicini (61’ Alessandro Rossi), Torelli (92)- (81’ Eugenio Dominici 94), Bellucci (79’ Barbieri). A disposizione: Pelosi (92), Francesco Pangrazi, Romeo (91), Truffelli. Allenatore: Simone Pazzaglia
Arbitro: Pelopida De Meo di Macerata coadiuvato da Riccardo Perri anch’esso di Macerata e Giuseppe Gulli di San Benedetto del Tronto.
RETI: 30’ Torelli (V.P.)
Espulsi: al 22′ il responsabile dell’area tecnica Pino Aniello (G) per proteste, al 59’ Oresti (G) per doppia ammonizione.
Ammoniti: Faraone (G), Traini (G), Oresti (G), Zonghetti (V.P.).
Angoli: 4-5.

Recuperi: 2’+ 4’

Spettatori: 200 circa (quota abbonati 300).

Curiosità: La scorsa stagione la gara del Pirani si concluse con un pareggio per 1-1: 25′ Chiarabini (V.P.) su rigore, 53′ Ludovisi (G) su rigore.
.

GROTTAMMARE – I rivieraschi chiudono il 2010 con un ko interno. Dunque non è arrivato il regalo sotto l’albero per società e tifosi biancocelesti, costretti a rimandare la vittoria al prossimo 2011. Seconda sconfitta consecutiva (dopo l’1-3 di mercoledì in coppa Italia col Tolentino) per il Grottammare che non è riuscito a riscattare l’amarezza per il mancato approdo alla finale regionale di Coppa Italia. Al Pirani ha prevalso una Vis Pesaro oggi tatticamente impeccabile e cinica la quale ha capitalizzato al massimo il fortunoso episodio del vantaggio ottenuto e con questo exploit si rilancia in chiave play off . Sul risultato finale ha pesato oltre che una direzione di gara al quanto discutibile e forse non all’altezza, l’errore del portiere rivierasco Vaccarini sulla conclusione non irresistibile di Torelli (al quarto centro stagionale) al 30’ che ha determinato il gol partita. L’estremo difensore locale però nel proseguo del match è stato protagonista di almeno tre o quattro interventi che hanno impedito agli ospiti di raddoppiare. Dopo la rete subita ci si aspettava una discreta reazione da parte dei padroni di casa ma la manovra troppo lenta non ha prodotto i presupposti per requilibrare l’incontro, facilitando le chiusure della difesa vissina . Inoltre a complicare la vita alla squadra rivierasca ci si è messa in apertura di ripresa (59′) l’espulsione (la decima stagionale per un giocatore del Grottammare) per una severa doppia ammonizione comminata al neo acquisto Oresti (buono espulsione a parte il suo esordio, il centrocampista è stato schierato al posto del regista Orlandi) dal fiscalissimo Pelopida De Meo di Macerata il quale nel primo tempo, esattamente al 22′ aveva allontanato dal campo anche il responsabile dell’area tecnica biancoceleste Pino Aniello, per proteste . Nei padroni di casa oltre che il già citato Oresti (svincolato dalla Samb con la quale vinse la scorsa stagione da titolare il campionato d’Eccellenza Marche) ha fatto il suo esordio l’attaccante Fanesi (svincolatosi a fine ottobre dal Tolentino) subentrando nella ripresa a Cataldi nella speranza vana di riequilibrare le sorti del match.

La cronaca: Dopo appena 20 secondi di gara arrivava il biglietto da visita del signor De Meo di Macerata il quale sorvolava su questo episodio: il sedicenne pesarese Giovanni Dominici colpiva all’occhio Attorresi, il quale era costretto ad uscire e rientrava dopo 9’ , tempo nel quale il dottor Bagalini si era accertato delle sue condizioni. Al termine della gara il difensore è poi uscito accompagnato e con una vistosa fasciatura all’occhio: edema corneale il responso medico.

Al 4’ si vedeva la prima azione con Vicini che servito da Giovanni Dominici davanti alla porta sparava alto. Un minuto dopo era ancora Vicini a tirare addosso a Vaccarini dall’area piccola. All’ 11’ Cataldi veniva servito da Ludovisi e dal limite mirava l’angolino basso, ma Foiera in tuffo bloccava la sfera. Al quarto d’ora Nardini partito in contropiede lanciava Cataldi, il quale scattava anticipando la difesa biancorossa, ma la sfera era respinta da Foiera coi pugni.

Alla mezzora (30′) la Vis trovava il vantaggio : Torelli cercava una conclusione apparentemente velleitaria da centro area, Vaccarini si tuffava in tempi e modi sbagliati e la sfera si infilava in rete. Era il gol-partita.

Al 36’ Traini veniva atterrato in area da Giovanni Dominici, ma l’arbitro De Meo di Macerata invece di assegnare l’evidente rigore ai padroni di casa o alla peggio lasciar correre decideva di mostrare il giallo per simulazione al centrocampista biancoceleste tra i fischi di sdegno e disapprovazione del pubblico locale. Al 42’ un tiro cross di Falà veniva intercettato da Foiera. Allo scadere del primo tempo una punizione di Oresti veniva deviata sul fondo dalla barriera.

Al 48’ Nardini lanciava Cataldi, ma l’attaccante rivierasco giunto dinanzi alla porta ospite calciava debolmente una sfera che Foiera allungandosi, bloccava facilmente. Al 62’ Falà anticipava nella propria area il nuovo entrato Alessandro Rossi pronto per andare alla conclusione. Al 67’ Torelli in area sparava alto sopra la traversa. Al 73’ Zonghetti arrivava in area pronto al tiro, ma Vaccarini usciva e lo anticipava provvidenzialmente. Al 75’ il numero uno biancoceleste deviava in corner una conclusione di Rossi. All’ 85’ il nuovo entrato Fanesi dal limite tentava la conclusione, ma il suo tentativo risultava centrale finendo tra le braccia di Foiera. All’ 87’ una conclusione del nuovo entrato Barbieri finiva sul fondo a fil di palo. All’ 88’ Vaccarini riusciva a respingere un tiro del neo entrato Eugenio Dominici (fratello gemello dell’altro Dominici della Vis: Giovanni). Al 91’ Fanesi regalava l’ultimo brivido con un diagonale che finiva tra le braccia dell’attento Foiera.

Il Grottammare con questo ko (il nono stagionale, il quarto in casa) è stato scavalcato dall’Atletico Piceno (vittorioso tra le mura amiche sulla Biagio Nazzaro) scivolando al quart’ultimo posto sempre in coabitazione col Real Metauro (la cui gara di Cascinare è stata rinviata a mercoledì 22 dicembre) e rimanendo a -1 dalla zona salvezza ma con la Fortitudo Fabriano che deve recuperare una gara, quella di Monte San Giusto. I biancocelesti torneranno ora in campo, nel 2011 il giorno dell’epifania, quando per la prima giornata di ritorno ospiteranno al Pirani l’Urbania (reduce dal pareggio di Centobuchi, terzo risultato utile consecutivo per i ducali) che mercoledì recupererà, neve permettendo la gara interna contro la Cingolana e che all’andata ebbe la meglio in rimonta (2-1) sulla squadra rivierasca allora guidata da Del Moro.

La Vis Pesaro invece con questo importante successo (il settimo stagionale, il terzo esterno) come detto si riavvicina ai play off scavalcando la Biagio Nazzaro (sconfitta a Castel di Lama) e portandosi al sesto posto a pari punti col Montegranaro (che ha espugnato Corridonia) a -1 dal Corridonia e quindi dall’agognato quinto posto. I biancorossi torneranno in campo mercoledì quando saranno impegnati a Belvedere Ostrense per giocare uno dei 4 recuperi della 15° Giornata.

Cogliamo l’occasione per fare i migliori auguri di un sereno Natale e di un felice 2011 al Grottammare calcio, ai suoi tifosi e a tutti i lettori .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 413 volte, 1 oggi)