SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giornata all’insegna dei festeggiamenti che si conclude con la vittoria della Samb sul Rimini per 1 a 0. Partita molto attesa quella di domenica al Riviera per i tifosi rossoblù che hanno accolto i “fratelli” riminesi a San Benedetto offrendogli un pranzo pre-partita in onore dello storico gemellaggio. E’ infatti grazie ad esso che gli emiliani hanno potuto assistere alla partita, sostenendo il Rimini dai gradoni della Tribuna laterale.

Per buona parte del primo tempo le due tifoserie sembrano quasi unite dallo stesso coro che innalzano a gran voce: ”e Samba e Rimini, Samba e Rimini, Samba e Rimini, Samba e Rimini per sempre!”. E lo spettaccolo non può che essere assicurato, più sugli spalti che in campo. Ma, messo da parte il gemellaggio, i sambenedettesi vogliono portare a casa la vittoria senza nessuna scusa. Il primo tempo vede due buonissime squadre che cercano di siglare il primo gol della partita, nonostante il Rimini vede espellersi un giocatore già dai primi minuti di gioco. Tuttavia il primo tempo finisce sullo 0 a 0.

Temporaneo pareggio che non scoraggia assolutamente nessuna delle due tifoserie. Questa partita deve essere all’insegna della sportività e divertimento. Ed è infatti quello che dimostrano anche i giocatori in campo al rientro del secondo tempo quando Caligiuri al 15’ insacca il pallone in rete e il Riviera delle Palme esplode in un boato. Dopo il gol tutto lo stadio è in piedi incitando la squadra di Mister Boccolini sotto le note di “Jingle Bells” trasformate per l’occasione in “Samba alè”.

La Samb vuole raddoppiare ma Di Rito sbaglia clamorosamente davanti alla porta. Azione che fa storcere la bocca ad alcuni tifosi. Finalmente la partita finisce e i rossoblu vengono chiamati più di una volta sotto la Curva Nord che vuole esultare con loro per la fine, forse, di un brutto periodo.

“Bortone non mi convince affatto. Ha fatto alcune uscite che non mi sono piaciute, rischiando troppo” afferma un tifoso. Ma la Samb ha vinto, e questo è ciò che conta. Questa è la Samb che piace alla Curva Nord, questi sono i rossoblu per i quali i sambenedettesi sono disposti a fare chilometri e a cantare per 90 minuti. Questa è la Samb che vogliono rivedere al ritorno dalle festività.

E con la gioia di un buon fine campionato tutto il popolo rossoblu augura Buone feste a tutta la squadra, a tutto lo staff e soprattutto al Presidente, affinchè continui ad amare la Samb come ha fatto finora, e a non mollare mai perché San Benedetto ci crede ancora.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 784 volte, 1 oggi)