CENTOBUCHI-URBANIA 1-1 (1° T. 0-1)
CENTOBUCHI: Spina , Alessandrini , Marco Angelini (92) , Valente , Silvestri , Tiburzi , Carioti (91)- (82′ Filiaggi 91) , Piccinini , Caselli (65′ De Marco), Lunerti, Frinconi. A disposizione: Camaioni (91), Consiglio, Pesce (91), Antonini (92) e Iacopo Cappella (91). Allenatore: Stefano Nico.
Urbania: Spinaci, Renghi (91), Righi (91), Giorgini, Andrea Fraternali, Daniele Nardini, Pagliardini (86′ Pierini 91), Carpineti, Tassi, Luca Braccioni (74′ Brardinoni), Bravi (93). A disposizione: Sensi (91), Solfi (91), Tontini (91), Mounsiff (93) e Paiardini (91). Allenatore: Roberto Bruscolini
Arbitro: Marco Stampatori di Macerata, coadiuvato dai Signori Iommi di Fermo e Fiammetta di Ancona.
Reti: 1′ Tassi (U), 50′ autorete di Renghi pro (C)
Espulsi: al 30′ Giorgini (U) per presunto fallo di reazione
Ammoniti: Valente (C), Andrea Fraternali (U), Daniele Nardini (U) e Pierini (U).
Angoli: 7-5.
Recuperi: 2’+4′.
Spettatori: 150 circa. Presenti in tribuna tra gli altri anche il tecnico del Montegranaro Pasqualino Minuti e quello della Samb Juniores Gabriele Consorti.
Annotazioni: Centobuchi nella tradizionale divisa biancoceleste, Urbania in casacca rossa con striscie bianche.
Note:Terreno in pessime condizioni, infame e fangoso.
Curiosità: Il Centobuchi del Diesse Traini, ha concluso il suo mercato dicembrino svincolando l’attaccante Andrea De Florio (1 gol all’attivo in maglia biancoceleste, realizzato a Cingoli) passato al Porto d’Ascoli. Centobuchi (terzo peggior attacco assieme alla Biagio Nazzaro con sole 11 reti realizzate) ed Urbania giunte entrambe al quarto pareggio stagionale (2 in casa e due in trasferta per entrambe) condividono per ora con Cingolana e Grottammare anche la quarta peggior difesa (dietro ad Atletico Piceno 27 gol subiti, Belvederese 24 ed Urbino 23) del torneo con 22 reti subite.

MONTEPRANDONE- Finisce in parità l’ultimo anticipo del 2010 dell’Eccellenza Marche, quello del Nicolai tra Centobuchi ed Urbania. Gara a cui un terreno infame e dunque in pessime condizioni ha fatto da arbitro.
Tutto sommato il pareggio è risultato giusto anche se ai punti in un terreno in condizioni normali avrebbe forse vinto la squadra monteprandonese.
Match scritto da due involontari e rocamboleschi regali natalizi, uno a testa. Dopo appena 28 secondi il vantaggio ospite con Tassi (al settimo centro stagionale) sul cui colpo di testa l’estremo biancoceleste Spina veniva ingannato dalla strana traiettoria assunta dalla sfera la quale sembrava destinata fuori ed invece complice una pozzanghera si infilava in rete rendendo vano il tuffo disperato del portiere.

Il pari dei padroni di casa giungeva ad inizio ripresa con la clamorosa autorete di Renghi (che in precedenza aveva salvato sulla linea di porta un colpo di testa di Lunerti) che tradito da una zolla fangosa deviava la sfera nella propria porta restituendo alla squadra monteprandonese l’involontario favore (regalo) di Spina.
Per la squadra di Nico si tratta del terzo pareggio consecutivo (dopo i due di fila a reti bianche raccolti a Monte San Giusto e Fabriano), nonchè il quinto risultato utile consecutivo (2 vittorie interne e i già citati 3 pareggi). Mentre per la compagine di Bruscolini si tratta del terzo risultato utile consecutivo (questo pareggio esterno si va infatti ad aggiungere alle due vittorie interne di fila contro Urbino e Belvederese)nonchè il secondo punto stagionale in trasferta (dove prima di oggi i ducali avevano raccolto solo un pareggio a Calcinelli).

Comunque i monteprandonesi non sono riusciti a sfruttare i 66 minuti giocati in superiorità numerica (per l’espulsione al 30′ del mediano biancorosso Giorgini) pervenendo solo al pareggio ma non capovolgendo il risultato anche a causa come già detto del rettangolo di gioco in pessime condizioni che non permetteva di controllare la sfera.
La cronaca: Dopo appena 28 secondi giungeva a sorpresa il vantaggio dell’Urbania. Il Centobuchi confezionava il regalo per la squadra ospite. Su cross dalla destra di Pagliardini colpo di testa di Tassi che complice il terreno diventava vincente , infatti Spina rimaneva spiazzato avendo battezzato fuori una sfera il cui beffardo rimbalzo su una pozzanghera la faceva infilare nell’angolino destro malgrado il tuffo disperato del portiere monteprandonese.
Al 7′ conclusione di Valente deviata in corner dall’attento Spinaci.

Al 24′ colpo di testa da pochi passi di Lunerti salvato sulla linea dal terzino Renghi.

Due minuti dopo (26′) Caselli servito da Lunerti veniva anticipato dentro l’area ospite dall’uscita provvidenziale di Spinaci.

Passavano altri due minuti (28′) e Spina fermava in uscita al limite dell’area un incursione di Tassi lanciato a rete.
Ancora 2 minuti (30′) e la squadra di Bruscolini rimaneva in dieci uomini. In seguito ad un confuso parapiglia il direttore di gara estraeva il cartellino rosso all’indirizzo del mediano biancorosso Giorgini per presunto fallo di reazione ai danni di un avversario. Per i durantini si tratta della prima espulsione stagionale dopo 17 precedenti gare disputate senza mai subire cartellini rossi.
Al 37′ punizione dal limite a giro di Lunerti che finiva a lato sfiorando il palo destro.

In chiusura di primo tempo, su cross dalla destra di Carioti colpo di testa in avvitamento di Caselli alto sopra la traversa.

Al 50′ arrivava il rocambolesco pareggio del Centobuchi. L’Urbania ricambiava generosamente il dono ricevuto ad inizio gara confezionando il pari biancoceleste. Su cross dalla destra di capitan Alessandrini clamorosa autorete di Renghi che nel tentativo di anticipare un attaccante avversario deviava (perfettamente) di piatto nella propria porta con sfera che si infilava all’angoletto sinistro spiazzando l’incolpevole Spinaci. A porte invertite quello del difensore biancorosso si sarebbe trasformato da errore a gran gol di rapina.

Al 63′ conclusione da fuori di Valente che sfiorava il palo destro.

Un minuto dopo (64′) cross dalla destra di Alessandrini respinto da Spinaci che sventava dunque una minaccia sostenuto anche dalla propria difesa che spazzava prontamente.

Nel finale c’era il forcing dei padroni di casa che cercavano di sfruttare la superiorità numerica senza tuttavia riuscirci.

Da segnalare solo un innocuo tentativo da fuori del nuovo entrato Filiaggi (non ancora in forma o comunque non ancora all’altezza delle sue qualità tecniche), un tiro non forte ma che complice il terreno umido diventava insidioso chiamando Spinaci all’ultima fatica in tuffo per bloccare la sfera.

Dopo la partita, in perfetto clima natalizio la società monteprandonese ha offerto fette di panettone e bicchieri di spumante a tutti i presenti.

In attesa delle gare di domani, il Centobuchi con questo punto aggancia al 17° posto l’Atletico Piceno (che domani ospiterà la Biagio Nazzaro) a -3 dalla salvezza diretta, mentre l’Urbania aggancia all’undicesimo posto la Cingolana (che domani farà visita alla Fulgor Maceratese) a -6 dalla zona play off.

Le due squadre torneranno in campo neve permettendo mercoledì per i recuperi della 15° Giornata. I monteprandonesi saranno impegnati in casa dell’Urbino (fanalino di coda reduce da 6 ko consecutivi, che non vince dalla 1° giornata ed ha il peggior attacco assieme alla Sangiustese con 8 sole reti all’attivo) la cui gara di Belvedere Ostrense che era in programma per domani è stata rinviata per neve così come il big match Ancona-Fermana (che verrà recuperata mercoledì 22 dicembre), Elpidiense Cascinare-Real Metauro (che verrà recuperata mercoledì 22), Real Montecchio-Tolentino (gara che si è aggiunta ai 4 rinvii già decisi da giovedì) e Sangiustese (che come la Belvederese e l’Urbino dunque ha due gare da recuperare) -Fortitudo Fabriano. Mentre i ducali ospiteranno la Cingolana impegnata come già detto domani a Macerata.

In sala stampa è soddisfatto solo a metà il tecnico del Centobuchi Stefano Nico: «I miei ragazzi hanno dato tutto oggi. La partita l’avete vista e l’abbiamo fatta sempre noi , questo terreno ci ha impedito di controllare la palla e di impostare gioco . In un terreno normale avremmo stravinto. Il pari ci sta stretto. Non posso nemmeno rimproverare il nostro portiere Piero per il gol incassato dopo appena 28 secondi. Infatti nell’occasione è stato sfortunato si stava tuffando per una facile presa quando la palla rimbalzando su una pozzanghera lo ha beffato spiazzandolo ed infilandosi in rete».

Programma 19°Giornata (Ultima d’Andata e del 2010),Eccellenza Marche di domenica 19 dicembre ore 14:30:
Ancona 1905-Fermana (rinviata per neve a mercoledì 22) ; Atletico Piceno-Biagio Nazzaro ; Belvederese-Urbino (rinviata per neve) ; Corridonia-Montegranaro ; Centobuchi-Urbania (giocata sabato) 1-1 ; Elpidiense Cascinare-Real Metauro (rinviata per neve a mercoledì 22 ) ; Fulgor Maceratese-Cingolana ; Grottammare-Vis Pesaro ; Real Montecchio-Tolentino (rinviata per neve) ; Sangiustese-Fortitudo Fabriano (rinviata per neve).

Classifica: Ancona 1905 * e Fermana * 40, Tolentino * 37, Elpidiense Cascinare * 36, Corridonia 28, Biagio Nazzaro Chiaravalle 25, Fulgor Maceratese , Montegranaro e Vis Pesaro *24, Real Montecchio * * 23, Cingolana * e Urbania *22, Belvederese ** 20, Fortitudo Fabriano* 19, Grottammare e Real Metauro *18, Atletico Piceno e Centobuchi * 16, Sangiustese ** 13 , Urbino ** 8.

**= Hanno 2 gare da recuperare. *= 1 gara da recuperare

Queste le gare della 15° Giornata che furono rinviate e che verranno recuperate mercoledì 22 dicembre: Belvederese- Vis Pesaro, Real Montecchio-Sangiustese (fu sospesa alla fine del primo tempo sullo 0-0, ma verrà rigiocata dall’inizio), Urbania-Cingolana ed Urbino-Centobuchi . Lo stesso giorno verranno recuperate le gare della 19° Giornata: Elpidiense-Real Metauro e il big match Ancona 1905 (che deve recuperare anche la gara interna di Coppa Italia con la Biagio Nazzaro anche questa partita era prevista per il 22 dicembre)-Fermana.

In chiusura di articolo cogliamo l’occasione per fare i migliori auguri di un sereno Natale e di un felice 2011 al Centobuchi calcio, ai suoi tifosi e a tutti i lettori .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 188 volte, 1 oggi)