SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Se non arriveranno proposte continueremo a lavorare sul Piano Regolatore Generale. Chi temeva la cementificazione sta tirando un sospiro di sollievo, ma di certo non può tirarlo la città”: Giovanni Gaspari commenta con rammarico il mancato interessamento di quegli imprenditori che stanno al momento ignorando il progetto di MegaVariante, lanciato dall’amministrazione comunale con un bando ed in scadenza il prossimo 16 dicembre.

Una frecciata nemmeno troppo velata ai componenti del comitato “Prg a crescita zero”, presenti all’ultimo appuntamento pubblico sui temi dello sviluppo urbanistico in programma nella Parrocchia di San Filippo Neri, che tuttavia hanno evitato qualsiasi replica.

“Pensavamo avrebbero risposto in tanti – prosegue il sindaco – invece nessuno sta venendo verso di noi. Continuiamo a credere che la nostra sia una risposta allo sviluppo e alle proposte, con l’ipotesi di costruzione di una nuova piscina, di ristrutturazione dell’area Ballarin e la soluzione del problema dell’elettromagnetismo in via Bianchi”.

Il prosieguo dell’incontro è stato un vero e proprio anticipo di campagna elettorale, con Gaspari che ha rivendicato i meriti del suo operato, senza tralasciare pesanti stoccate ai predecessori di centrodestra: “Martinelli ci ha lasciato zero case popolari e zero appartamenti da destinare ad affitto calmierato. Dobbiamo dare delle risposte, trovare aree nelle quali realizzarli. Ci accusano di aver fatto poco in questo quinquennio? Sappiate che impiegare 5 anni in maniera urbanistica significa aver agito in fretta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)