MONTEPRANDONE – Anche per questo Natale gli alunni di Monteprandone godranno di “Un panettone in meno, un amico in più”. Si intitola così l’iniziativa umanitaria voluta dal Comune e dall’associazione missionaria “La Croce del Sud”, per sostenere l’adozione a distanza di bambini dell’Amazzonia.

A Breves, infatti, vivono circa 80 mila ragazzini privi di acqua e cibo, spesso senza una famiglia. Per garantire ad alcuni di loro una vita dignitosa, l’amministrazione monteprandonese ha deciso di rinunciare a donare il tradizionale panettone agli alunni e di adottare sette bambini, uno per ogni plesso scolastico.

In questo modo, Heloisa, Arilson, Vanuza, Karolaine, José, Railane e Railson, riceveranno per tutto l’anno accoglienza, vestiti, medicine, nutrizione, istruzione e materiale didattico.

La consegna della scheda di adozione, alla presenza del sindaco Stefano Stracci, dell’assessore alle Politiche educative Giacinta Maoloni e del presidente della “Croce del Sud” Don Francesco Ciabattoni, è avvenuta martedì 14 dicembre presso la scuola dell’infanzia e la scuola elementare di Monteprandone, dirette da Silvana Giordano. Il tour proseguirà il 15 dicembre presso la scuola media e la scuola dell’infanzia di Colle Gioioso e terminerà il 16 alla scuola elementare di Centobuchi (Direzione Didattica) diretta da Stefania Marini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 321 volte, 1 oggi)