• Un fronte così compatto si vede soltanto in queste situazioni e questo è gravissimo in considerazione dei “discorsoni” che fanno pubblicamente. Proprio perché è sembrato che tutti ma proprio tutti i parlamentari sono bravi a chiedere sacrifici alla nazione mentre loro non vogliono cedere neanche gli spiccioli, mi sembra giusto pubblicare alcuni commenti apparsi sul sito Open Parlamento, dove in modo trasparente viene pubblicato nome per nome l’esito delle varie votazioni.

  • Danilo Parlamentari, per l’ennesima volta avete perso l’occasione di fare meno sc…., di quanto stiate facendo da 30 anni a questa parte… e parlo per la mia presa di coscienza diretta, avendo io 31 anni. A 31 anni, mi ritrovo laureato precario, con contratto in scadenza il 31 gennaio 2011, con la consapevolezza che la mia futurissima pensione sarà un immenso punto interrogativo.
  • Ivan Non ci lamentiamo, siamo noi che li votiamo
  • Alfredo Siamo noi che continuiamo a votarli e ci meravigliamo quando, dopo eletti, tutto fanno tranne che gli interessi dei loro elettori (di qualunque parte, destra centro e sinistra). Questa è una sporca oligarchia, una casta che mantiene privilegi da basso impero e non ha nulla a che vedere con la DEMOCRAZIA. Fingono di litigare ma quando si tratta della pagnotta si trovano tutti d’accordo, Ricordiamocene e non andiamo più a votare, tanto con questa legge elettorale è solo una presa per i fondelli
  • Paolo Sono questi gli episodi che la gente comune, cioè i lavoratori ma soprattutto i disoccupati devono conoscere. Questa notizia è apparsa molto nascosta rispetto agli articoli di giornale. Ma la cosa che fa ancora più schifo è che oggi in Italia, si chiedono sacrifici mostruosi a tutti tranne che alla casta e alla classe dirigente. Mala tempora sed tempora.
  • Maria Come pensionata provo vergogna. Con che coraggio si presentano a fare commenti in tv. Quando ci sono dei pensionati che vivono con € 500 e se va bene 600 al mese, ho settan’anni, ho sempre votato ma non voterò più.
  • Enzo Leggo parole di stupore immane e di sorpresa, urla di protesta stile popolo francese che andava a prendere la Bastiglia. Esimi signori italiani, ma voi davvero credevate alla favola che ci si potessero privare di facili guadagni? Cerchiamo di non essere ipocriti… come ho letto nei commenti, ecco perchè tutti vogliono entrare in politica. E adesso ditemi con coraggio se a voi non è mai passato per la testa di accomodarvi a questo godurioso banchetto. Quando metti una torta piena di panna davanti a dei bambini, questi ci mettono subito le dita dentro. Ed il bello sapete qual è, che non possiamo nemmeno dire che non andremo più a votare perchè questa politica è amica del clientelismo, del voto di scambio, della malavita a cui preme avere delle collusioni. Quindi comunque ci sarà chi continuerà a votare senza criterio ma solo perchè me l’ha detto mio marito, perchè quello m’ha dato il posto, perchè quell’altro m’ha fatto avere la pensione per non so cosa. Auguri Italia, con sta gente ne hai davvero bisogno.

Ho stralciato solo i commenti secondo me più significativi che fanno perfettamente rima con le mie “istruzioni per gli elettori” che ripeto di seguito. Chi non è d’accordo è pregato di non lamentarsi più:

*Prima delle elezioni fate uno sforzo: leggete di più e con la massima attenzione

*Non guardate e considerate i manifesti che mostrano solo immagini

*Non fatevi ingannare dalle frasi ad effetto

*Non votate assolutamente chi promette di ricompensarvi appena eletto

*Non votate chi non ha mantenuto le promesse

*Pretendete promesse pubbliche e certificate nei modi e nei tempi

*Chiedete la pubblicazione di cosa hanno fatto finora nella vita: curriculum

*Se vi telefonano o vengono a casa vostra a chiedervi il voto, rispondete che il motivo è sufficiente per non votarli

*Pensate più al bene comunitario che a quello personale

*Se proprio non trovate il candidato giusto, aumentate il numero dei dissenzienti anche se molti vi racconteranno la solita favoletta che così favorite la mala politica


Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 971 volte, 1 oggi)