TERAMO – Cronaca minuto per minuto. Mille tifosi rossoblu al seguito
Le formazioni
TERAMO Faró (90), D’Eustacchio (91), Russo (92), Lorusso, Ianni (55′ Gabrieli), Gattari, Costa Ferreira (91) (58′ Di Paolo), Cerchia, Orta (cap) (78′ Arcamone), Borrelli, Gambino. A disposizione Savietto (90), Lenart (92), Gabrieli, Di Paolo (91), Curri (91), Raimondo (91), Arcamone. All. Rinaldo Cifaldi
SAMB Bortone (91), Ogliari (cap) (36′ Pulcini), Moscarino (91), Salvagno, Di Gioacchino (92), Mengo, D’Angelo (90), Rulli, Covelli, Di Vicino, Caligiuri (46′ Di Rito). A disposizione Chessari, Zero (92), Cuccù (93), De Rosa, Zazzetta, Pulcini, Di Rito. All. Luigi Boccolini
Arbitro Stefano Giovani di Grosseto
Assistenti Emanuele Prenna di Molfetta e Salvatore Stasi di Barletta
Ammoniti D’Eustacchio, Salvagno
Espulsi Covelli, Moscarino

Giornata soleggiata, freddo secco. Il Teramo capolista scende in campo senza il bomber, l’argentino Federico Arcamone.
Boccolini schiera una Samb a trazione anteriore, come nel debutto di mercoledì scorso. D’avanti troviamo Covelli e Di Vicino, con Caligiuri e D’Angelo a supporto. In porta l’allenatore di origini recanatesi rischia il portiere under Francesco Bortone. Anche il Teramo ha un giovanissimo a guardia della propria porta, il ventenne Gaetano Farò.
Schermaglie verbali fra i mille rossoblu e tutto lo stadio.

Si parte, buon divertimento e forza Samb.
Si parte con una punizione di Di Vicino, palla in area respinta dalla difesa.
2′ Salvagno, conclusione diagonale da destra, palla a lato.
3′ Caligiuri filtra in area piccola da sinistra, corner. Sulla ribattuta Salvagno spara fuori.
Baricentro alto per la Samb in questi primi minuti
6′ ripartenza biancorossa, Gambino spara fuori da destra, poteva giocarla meglio
8′ Orta si gira spalle alla porta dopo un traversone da destra, palla alta
9′ conclusione di Salvagno di controbalzo da fuori dopo una respinta su Di Vicino, palla angolata insidiosa, Faró si allunga sulla sinistra e devia in angolo.
Sugli sviluppi cross di Caligiuri da sinistra a rientrare, palla sul portiere
10′ ancora Caligiuri che guadagna un pallone sulla trequarti
11′ gol di Covelli, azione bellissima che parte dal centro, l’attaccante filtra sulla destra dopo uno scambio con Di Vicino e batte Faró in uscita. Tutto di prima, vai Samb. Esplode un petardo dalla nostra curva
14′ pareggio Teramo con Gambino, contropiede di Orta, Bortone esce su di lui, la palla rmane in area, Gambino ribadisce in rete, il difensore Di Gioacchino sulla linea non riesce a salvare e il portiere era rimasto fuori

18′ raddoppio Teramo, cross da sinistra di Borrelli, palla a rientrare, svetta Orta che piazza la palla sul palo opposto, alla sinistra del portiere, bel gol e partita molto bella

Peccato, la Samb era partita molto bene anche contando sull’effetto sorpresa, ora il Teramo sta riprendendo fiducia nei propri mezzi di capolista…
21′ punizione dal limite di Borrelli, respinge la barriera

Fase un poco di stanca dopo un avvio rombante
29′ pericolo Teramo, bruciato Mengo sulla sinistra, cross, Costa a botta sicura, salvataggio davanti al portiere di Moscarino sulla botta a colpo sicuro sottoporta di Borrelli
33′ Di Vicino conquista una punizione dai venti metri, in posizione decentrata sulla destra, bella battuta a rientrare ma un poco telefonata sul portiere
35′ cross di Moscarino da sinistra, Covelli devia di testa fuori. Intanto Boccolini toglie Ogliari per Pulcini
39′ anime tese in area teramana, un giocatore locale a terra, il guardialinee segnala qualcosa, e c’è l’espulsione di Covelli, peccato. Sembra che abbia dato una gomitata al difensore. Match in salita ancor di più. Sul corner presa alta di Farò.  Poi conclusione sul fondo di Di Vicino da fuori area

Il Teramo al 43′ ha una fiammata, Caligiuri perde palla a centrocampo, contropiede sulla destra, palla in mezzo per Borrelli che da buona posizione spara alto
47′ la Samb subisce una evidente ingiustizia, D’Angelo in contropiede appoggia a Caligiuri in area, che è evidentemente ostacolato con il corpo da un difensore. L’arbitro fa correre, ma il dubbio del rigore non dato rimane. E comunque una punizione a due per ostruzione ci poteva stare.
IL COMMENTO Inizio scintillante della Samb a trazione anteriore, che mette in difficoltà un Teramo ingessato. Il gol di Covelli è un capolavoro di gioco d’attacco, veloce e con tanta posizione sugli spazi. Il Teramo pareggia in maniera rocambolesca grazie a una ripartenza sul filo del fuorigioco. Dopo poco la mazzata del due a uno, con un colpo di testa velenoso di Orta su un cross da sinistra. Nei minuti finali altra mazzata: la Samb batte un angolo, un giocatore biancorosso cade a terra e non si capisce bene che sia successo. Il guardialinee dal lato opposto del campo fa cenno di aver visto qualcosa, se abbiamo ben compreso una gomitata, e l’autore di questo qualcosa sarebbe Covelli, che si becca un bel cartellino rosso.
Si mette male, ma la Samb è attrezzata per reagire, l’importante sará non perdere la testa e innervosirsi. Il Teramo non è irresistibile nelle retrovie, ma è velenoso in attacco. Un binomio di caratteristiche che non ha dato avversari facili alla Samb di quest’anno, non irresistibile in difesa.
Forza Samb, noi ci crediamo, comunque.
LA RIPRESA
In campo il nuovo acquisto, l’attaccante Di Rito, al posto di Caligiuri
3′ ed è un nuovo gol del Teramo, crossa da destra Cerchia, Gambino svetta indisturbato e incrocia il pallone sul palo più lontano …..
6′ nuovo gol, di nuovo Orta, cross da destra, Bortone a terra non trattiene, il capitano teramano sbuca e appoggia in rete facilmente
7′ la Samb accorcia con Di Rito, molto caparbio nell’insistere su un rimpallo, entrare in area bruciando il centrale e fulminare Faró.
La Samb prova a reagire, il Teramo ha un netto vantaggio che gli permette di state tranquillo e amministrare il gioco. È il momento del tutto per tutto, sperando di non prenderne altri.
15′ cross di Moscarino, presa alta di Farò
22′ punizione dal fondo, Di Vicino batte male, respinge la difesa, il buon Salvagno cerca il colpo di controbalzo, palla colpita bene ma fuori
24′ due corner di fila per noi. Svetta Di Rito, palla che rimane ferma, esce Farò
Il Teramo sta addormentando il gioco, complice una fase poco fluida della Samb, che appare anche in debito di ossigeno
Altri due corner per noi, sul primo al 29′ svetta Moscarino ma la palla viene deviata fuori
Il Teramo si chiude bene al limite dell’area a pieno organico e poi riesce e ripartire bene, al 31′ cross da sinistra, Gambino in mezzo si gira, Bortone respinge di piedi

34′ Entra il bomber Arcamone, esce fra gli applausi il capitano Orta
35′ cross da destra, Di Rito ci crede, deviazione di testa dal limite dell’area, Farò la battezza male, la palla va lentamente sul palo dopo un suo tocco, poi la riprende
36′ ancora Di Rito tiene viva la speranza, fraseggio stretto con Di Vicino in posizione centrale al limite dell’area, l’argentino sbuca in mezzo, avanza un metro e fulmina Farò con un bel destro sul primo palo.
Ora servirebbero forze fresche, considerando il recupero mancano dieci minuti almeno, tutti avanti !!!!!!
40′ discutibile fuorigioco fischiato su Moscarino
41′ occasione Samb, corner da sinistra, palla spizzata, Mengo sul primo palo è solo, diagonale destro al volo, palla di poco a lato
Arbitraggio più che discutibile, al 43′ viene espulso anche Moscarino
Samb in avanti, il Teramo soffre
47′ Arcamone in contropiede solo sulla destra, tiro diagonale alto.
Ancora sofferenza per i biancorossi, in undici contro nove, Di Rito i area atterrato, ma l’arbitro non dà il rigore.
E finisce qui, peccato, si poteva benissimo pareggiare. L’arbitro Giovani di Grosseto ci espelle due giocatori in modo discutibile, non ci assegna almeno un rigore… Insomma, la Samb ha tenuto viva la speranza con il nuovo acquisto Di Rito, davvero centravanti notevole. Ma i rossoblù se la devono anche prendere con loro stessi, perché il quarto gol del Teramo è stato un regalo del portiere Bortone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.655 volte, 1 oggi)