SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Due pregiudicati italiani, A.V 33enne e A.C. 39enne entrambi residenti a Porto Sant’Epidio sono stati arrestati verso le ore 21 di venerdì 10 dicembre subito dopo aver commesso un furto con scasso ai danni del Bar Marzonetti, in via N.Sauro, in pieno centro di  Porto d’Ascoli.

A far scattare le manette ai polsi dei due ladri sono stati congiuntamente sia i Carabinieri della locale stazione che una pattuglia del Commissariato di Polizia.

I soggetti, agendo con audacia, estrema cautela e nel più assoluto silenzio, hanno agito mentre il bar era in piena attività. Servendosi di una chiave universale sono riusciti ad aprire la cassetta di una slot machine ed a trafugare l’incasso. Del furto si è accorto il proprietario che ha avvertito le Forze dell’Ordine.

Per primi, trovandosi la loro sede vicina al luogo del furto, sono accorsi i Carabinieri che hanno visto un tizio allontanarsi di corsa dal locale in direzione nord. Ne è nato un inseguimento che poco dopo si è concluso con il fermo di A.C.

Mentre A.V. , che si era dato a gambe levate in direzione sud, veniva preso dagli uomini del Commissariato. Addosso ai due sono stati trovati 500 euro, restituiti al proprietario ed una pari somma frutto di un precedente scasso. I due, dopo gli accertamenti di rito, sono stati arrestati con l’accusa di furto con scasso in concorso e rinchiusi nel carcere di Marino del Tronto a disposizione del P.M. di turno Umberto Monti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 873 volte, 1 oggi)