ASCOLI PICENO – “Le funzioni operative del volontariato di protezione civile” è stato il tema del convegno, coordinato dal Presidente della Federprociv Marco Tomassini, svoltosi nella Sala Operativa Integrata (S.O.I.) della Provincia di Ascoli Piceno. Dinanzi ad un folto pubblico di amministratori, tecnici e volontari sono stati esaminati tutti gli aspetti che interessano le varie specialità di intervento di volontariato di protezione civile. I lavori sono stati introdotti dal vice Prefetto Vicario Malgari Trematerra che ha sottolineato “l’importanza dell’iniziativa che per la prima volta affronta in maniera organica compiti e funzioni del volontariato analizzando le varie modalità operative e le possibili sinergie”.

Il presidente della Provincia Piero Celani e l’assessore alla Protezione Civile Giuseppe Mariani, che ospitavano il convegno, hanno evidenziato come “solo da un diffondersi della cultura di protezione civile quale strumento di previsione e momento di prevenzione, insieme alla consapevolezza dell’importanza della salvaguardia delle risorse ambientali, può nascere quella coscienza operativa in grado di rispondere alle emergenze”.

Mauro Perugini, responsabile del settore volontariato della Regione Marche, ha illustrato il quadro generale di riferimento, quindi Roberto Bruni, coordinatore del gruppo comunale di Loreto si è soffermato sul sistema antincendio boschivo. Maurizio Mainardi ha relazionato sulla struttura operativa del soccorso alpino e speleologico, Roberto Ferri Presidente della SIPEM SOS Marche, ha illustrato gli scenari degli “psicologi dell’emergenza”. Umberto Lalli, vice Presidente dell’ARI (Associazione Radioamatori Italiani) si è occupato del tema delle radiocomunicazioni nel sistema di protezione civile, mentre Costantino Finocchi, del nucleo operativo cinofilo di Porto Sant’Elpidio, ha fatto il punto sulle “dinamiche d’intervento delle unità cinofile”. Infine, Antonio Filippini, delegato provinciale CRI, ha svolto la relazione sul tema “sinergie operative tra Croce Rossa e volontariato di protezione civile”. Il convegno si è concluso con l’illustrazione, alla presenza del sindaco Nazzareno Sacconi, del piano comunale di emergenza di Monsampolo redatto da un gruppo di volontari, coordinato dal disaster manager Giorgio Luigi Locci.

In chiusura l’assessore Mariani, nel ringraziare l’associazione Federvol e Federprociv, Federazione del volontariato Piceno, per l’organizzazione del convegno, ha auspicato che in futuro tali occasioni di studio e di informaziprone siano ripetute confermando la funzione della sala Operativa Integrata Provinciale come un punto di riferimento sia per gli aspetti organizzativi della gestione delle emergenze che per quanto riguarda gli aspetti culturali di formazione dei volontari, degli amministratori e dei tecnici comunali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)