ASCOLI PICENO-  La Polizia Stradale della Provincia di Ascoli Piceno sta intensificando i controlli sul trasporto merci, finalizzando la propria attività al controllo ed alla repressione di quelle condotte che maggiormente mettono in crisi il sistema dei trasporti e gli addetti al settore che operano nella legalità.

Negli ultimi due mesi  sono stati effettuati numerosi e particolari controlli che hanno portato a questi risultati. Dieci violazioni di cui 9 riferite ad autotrasportatori stranieri. Si tratta di trasporti per conto terzi eseguiti in ambito internazionale da vettori stranieri senza titolo di viaggio o con titolo irregolare. In particolare poi uno di questi, greco, viaggiava sprovvisto di licenza comunitaria perché mai conseguita.

Tredici violazioni riferite ad  trasportati in ambito nazionale. Si tratta di trasporti eseguiti da vettori non iscritti all’Albo Autotrasportatori per conto terzi e di responsabilità concorsuale di altri soggetti della filiera del trasporto.

Tredici violazioni del codice della Strada per gravi irregolarità nel funzionamento del cronotachigrafo con conseguenti ritiro e sospensione della patente di guida. Trecento settanta violazioni del Codice della Strada per inosservanza della normativa sui tempi di guida e di riposo, elevati anche a seguito di esibizione dei dischi.

Duecento settantaquattro violazioni delle norme relativo al peso, sovraccarichi. Cento settantasei violazioni per irregolarità o mancanza dei dischi del cronotachigrafo al seguito. In tale ambito 2 persone sono state denunciate a piede libero per violazione delle norme sulla sicurezza del lavoro ovvero l’alterazione apparecchio cronotachigrafo.

Quattro persone sono state denunciate per avere in concorso tra di loro posto in circolazione un autocarro avente documenti contraffatti e di provenienza illecita. Una persona denunciata a piede libero perché effettuava un trasporto abusivo con un mezzo oggetto di appropriazione indebita e per cui vi era già stata proposizione di querela da parte del proprietario.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 123 volte, 1 oggi)