LONDRA – Julian Assange è stato arrestato alle 9.30 di martedì in una stazione di polizia londinese dove si lo stesso giornalista 39enne si era presentato. Lo riferisce l’emittente britannica Skynews.

Sul cittadino australiano, fondatore di Wikileaks, è stato emesso in Svezia un mandato di cattura internazionale per il presunto stupro – da lui sempre smentito – di due donne.

Quest’ultimo dovrà ora comparire davanti al tribunale della città di Westminster, uno dei borghi di Londra, in giornata. Il legale, Mark Stephens, ha affermato che il suo cliente intende opporsi alla richiesta di estradizione “perchè teme di poter essere consegnato agli americani”.

E’ probabile che la corte liberi Assange su cauzione, per una somma compresa fra le 100mila e le 200mila sterline.

SODDISFATTO FRATTINI “Era ora, l’accerchiamento internazionale per fortuna ha avuto successo”, ha commentato il ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini. “Assange – ha aggiunto – ha fatto del male alle relazioni diplomatiche internazionali e mi auguro che sia interrogato e processato come le leggi stabiliscono”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)