MONTEPRANDONE – “Non è stato facile, ma con il bilancio 2010 abbiamo centrato l’obiettivo di rientrare nei parametri del patto di stabilità”. Lo ha annunciato il vicesindaco Romano Speca durante l’ultimo Consiglio comunale in cui si è discusso dell’assestamento finale di bilancio.

Un risultato importante e per nulla facile da raggiungere, a detta di Speca, a causa dei forti tagli agli enti locali imposti dalla Comunità Europea con la riduzione del debito pubblico.

“Ce l’abbiamo fatta – ha concluso il vicesindaco – senza diminuire i servizi ai cittadini, ma anzi fronteggiando l’emergenza della crisi economica, che si fa sentire anche nel nostro territorio, con interventi nel sociale per quasi un milione e mezzo di euro, rivedendo in maniera capillare appalti e contratti, attuando soluzioni innovative per diminuire le spese (esempio Servizi Comunali Integrativi) o ricorrendo alle sponsorizzazioni di istituzioni e  privati per le manifestazioni culturali (come ad esempio la festa San Giacomo), ed ottimizzando al massimo la gestione dei flussi finanziari di incassi e pagamenti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 146 volte, 1 oggi)