SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Otto tappe, con ben due bus navetta che trasporteranno dalle 20:30 alle 23:30 i cittadini da un quartiere all’altro. San Benedetto si prepara così alla notte delle fochere, tradizionale appuntamento che tutti gli anni anima la notte tra il 9 e il 10 dicembre per celebrare ed illuminare il simbolico passaggio della “Santa Casa”, trasportata sulle ali degli angeli da Betlemme a Loreto.

Oltre ai consueti momenti religiosi, non mancheranno gli eventi spettacolari e naturalmente la degustazione di prodotti tipici enogastronomici. “Abbiamo cercato di costruire un’iniziativa articolata, creando un percorso ordinato grazie all’aiuto dei singoli Quartieri e del Circolo dei Sambenedettesi di Benedetta Trevisani”, dichiara soddisfatto l’assessore alla Cultura, Margherita Sorge. “Vogliamo recuperare le tradizioni locali, ridando loro vitalità, coinvolgendo magari pure le nuove generazioni”.

Come detto, dei pulmini effettueranno a rotazione il giro della Riviera, facendo fermate nei quartieri interessati dalla manifestazione: San Filippo Neri, paese Alto (parco via Saffi), Ponterotto (campo sportivo via Manara), Sant’Antonio (via Ustica), Marina di Sotto (piazzale antistante Chiesa Pio X), Ragnola (Piazza Sacra Famiglia), Agraria (via Valcuvia) e Sentina (via del Cacciatore).

“Le fochere – precisano gli organizzatori – saranno ovviamente accese con la garanzia della massima sicurezza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 373 volte, 1 oggi)