SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un pronto soccorso all’avanguardia, tecnica e umana, in grado di offrire ai cittadini un servizio di qualità sempre maggiore. In quest’ottica rientra il nuovo apparecchio donato all’ospedale sambenedettese dalla ditta Troiani & Ciarrocchi: un respiratore polmonare per la ventilazione non invasiva. Tale macchinario, progettato dall’ingegner Angelo D’Agui, permetterà ai pazienti che arriveranno al “Madonna del Soccorso” in condizioni critiche di evitare l’intubazione endotracheale, riducendo così i rischi di infezioni.

Antonio Maria Novelli, direttore dell’ospedale sambenedettese, afferma: “Nessun pronto soccorso delle Marche ha in dotazione un macchinario simile. In un momento di crisi economica come quello che stiamo affrontando donazioni di questo tipo sono davvero le benvenute. Puntiamo ad offrire un servizio sempre migliore ai cittadini, anche attraverso l’apertura del terzo ambulatorio, una via indispensabile per diminuire i tempi d’attesa”.

Il dottor Paolo Groff, primario del pronto soccorso, illustra come l’intero reparto si stia evolvendo: “Questo nuovo ventilatore aumenterà il livello d’assistenza offerto al paziente. Tutto il personale ha frequentato corsi adeguati d’aggiornamento per utilizzarlo: potremo trattare i pazienti in tempi molto rapidi prevenendo l’insufficienza respiratoria. Si tratta di un passo senza dubbio importante nella ricerca di un servizio sempre migliore da offrire ai pazienti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.170 volte, 1 oggi)