GROTTAMMARE – “Ho perso tutti i miei riferimenti e quindi ho deciso di avvicinarmi alle persone del territorio che mi ospita attraverso la mia arte”, racconta Claudio Ferroni, artista aquilano di Paganica, una delle centinaia di persone colpite dal sisma che nel 2009 devastò la provincia aquilana.

Abruzzo Aquilano” verrà inaugurata venerdì 3 dicembre alle 18 presso il Kursaal. In mostra una ventina di dipinti a olio, su tavola e su tela, paesaggi e angoli di paese ricostruiti da Ferroni con pennellate di colore. Nelle sue tele l’artista mostra particolare attenzione al colore e alle suggestioni che questo genera nell’osservatore. Non a caso, l’esposizione reca il sottotitolo “Atmosfere e colore”: “Il quadro lo fa chi lo guarda, io ne offro solo una metà – spiega il pittore nel presentarsi – il mio è uno stile impressionista che stimola una visione di insieme ma non per questo i dettagli sono trascurati”.

La mostra resterà aperta fino al 19 dicembre, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 16 alle 19 / Sala Kursaal (I piano). Ingresso libero.

L’iniziativa anticipa e integra un’altra esposizione, la mostra fotografica , in programma da sabato 4 dicembre al MIC.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 769 volte, 1 oggi)