ASCOLI PICENO  – Poco meno di un milione di euro, 946 mila per l’esattezza, sono stati ottenuti da Ascoli per il restauro dell’Eremo di Colli S.Marco e la valorizzazione delle aree circostanti, con un progetto della Sovrintendenza ai beni culturali delle Marche, considerato prioritario dal Comitato Tecnico della Presidenza del Consiglio,

A comunicarlo è l’onoervole Amedeo Ciccanti (Udc) che spiega che l’approvazione definitiva è avvenuta con il parere favorevole della Commissione Bilancio della Camera che ne ha avallato la priorità nella scale dei valori per il riconoscimento del finanziamento. E’ andata male, invece, per il progetto del Comune di Ascoli di restauro funzionale del Teatro Filarmonici, per il quale erano stati chiesti due milioni e mezzo di euro.

“ Per la verità – dice l’Onorevole  Ciccanti, membro della Commissione Bilancio – era stato ammesso ad un finanziamento di appena 229.687 euro, ma era stato codificato come priorità bassa dal Comitato tecnico a causa di una carenza di autorizzazioni della Sovrintendenza e non c’è stato nulla da fare!”. “Peccato – ha concluso Ciccanti – che il Comune di Ascoli non abbia presentato dei validi progetti e non abbiano potuto superare la barriera della valutazione tecnica, altrimenti avremmo potuto ottenere ingenti finanziamenti alla pari del pesarese, che ha fatto la parte del leone, con schede progettuali ineccepibili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)