MARTINSICURO – I turisti promuovono a metà Martinsicuro, considerata luogo di eccellenza in quanto a relax e tranquillità, ma nel contempo posto turistico carente di una serie di servizi ritenuti indispensabili. E’ quanto emerso dalla presentazione dei primi dati del Piano Marketing del turismo, nello specifico in relazione ai sondaggi effettuati nei mesi estivi.

La lunga lista di esigenze ed aspettative raccolte è stata elencata dal responsabile Claudio Ucci, affiancato dall’assessore al Turismo Patrizia Ciufegni e dal presidente della Martintour Francesco Ciaralli.

Esigenze e necessità di servizi non nuovi alle orecchie dell’amministrazione comunale, poiché in gran parte sono quelli che vengono puntualmente richiesti ad ogni stagione turistica. Alla serata hanno partecipato anche il sindaco Di Salvatore, il consigliere delegato alla Cultura Massimo Vagnoni, le associazioni locali e gli operatori turistici.

IL TERRITORIO – Coloro che trascorrono la vacanza a Martinsicuro hanno espressamente chiesto una maggiore cura e pulizia della spiaggia libera, un lungomare più abbellito o riqualificato (anche attraverso accordi di programma), una maggiore cura delle aree verdi attrezzate, marciapiedi più fruibili (attualmente molti sono difficilmente percorribili con passeggini e carrozzine), una cartellonistica e segnaletica stradale più dettagliate, un arredo urbano più curato, più impianti sportivi. Disagi sono stati riscontrati anche in merito alla spazzatura accumulata lungo le strade e al servizio di raccolta differenziata, non sempre risultato pienamente efficiente nei mesi estivi. Gli albergatori hanno poi segnalato il mancato rispetto  della manutenzione delle aree verdi da parte dei privati. “Ci sono zone completamente abbandonate – hanno affermato – che contribuiscono a dare un senso di degrado del territorio. Chiediamo pertanto che in estate si provveda far rispettare l’apposita ordinanza”.

Altra esigenza espressa dai turisti quella di avere accesso a servizi come il collegamento ad internet, per cui sarebbe molto apprezzata la presenza sul territorio di un numero maggiore di internet point o anche internet-cafè.

GLI EVENTI: In generale è emerso che a Martinsicuro trascorrono le vacanze soprattutto  i nuclei familiari, costituiti da genitori con uno o più figli, e talvolta con parenti al seguito (in genere nonni), che quindi restano per la maggior parte del tempo in città. Non amano molto spostarsi in auto (come invece fanno i turisti più giovani) alla scoperta di altre località vicine. Una delle richieste più frequenti è stata quella di avere più occasioni di divertimento a Martinsicuro, e una maggiore informazione sugli eventi che vi si svolgono (non solo quelli organizzati dal Comune, ma anche quelli che si svolgono in locali e strutture turistiche), per i quali è stata riscontrata una scarsa promozione e conoscenza tra i turisti.

Patrizia Ciufegni a tal proposito ha palesato l’intenzione di avviare dal prossimo anno il servizio di bus navetta “che permetta ai turisti di raggiungere i punti nevralgici del territorio (farmacie, supermercati, ambulatori, ndr) senza dover usare l’auto, e che effettui anche delle corse serali tra Martinsicuro e Villa Rosa per facilitare la partecipazione agli eventi e raccordare le due zone, che appaiono come indipendenti l’una dall’altra”.

I DATI: In base ai dati forniti dalla Regione, nell’estate 2010 a Martinsicuro si sono avute 474.909 presenze, un numero in crescita rispetto al 2009 (450.655) ma comunque inferiore a quello di altre località della costa, che hanno avuto più turisti. Martinsicuro quindi nella “classifica” passa dal secondo posto (che deteneva nel 2009) al quarto, preceduta da Tortoreto (553.631) Roseto degli Abruzzi (542.021) e Giulianova (475.398).

Nel 2010 si è avuto un aumento di turisti provenienti (per quanto riguarda l’estero), da Olanda, Germania, Gran Bretagna, Austria, Danimarca, Francia, Svizzera. Si sono riscontrate anche presenze provenienti da Norvegia, Finlandia, Usa, Australia, Irlanda ed Islanda, che negli anni precedenti erano quasi del tutto assenti. Costante la presenza di Repubblica Ceca, Slovacchia, Belgio, Svezia. Per quanto riguarda invece l’Italia, sono in aumento i turisti provenienti da Liguria, Toscana, Lazio, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Umbria.

In base i dati emersi dai sondaggi del Piano Marketing, la fascia di età più presente a Martinsicuro è quella che va dai 31 ai 45 anni (le famiglie appunto). La località è scelta per le vacanze sia mediante il passaparola (40%) che soprattutto attraverso internet (il 50,5%), mentre in maniera più marginale tramite la tv (6%) e le fiere turistiche (3,50%).

Le prenotazioni si effettuano per il 65% attraverso il telefono, il 35% con internet. Significativi infine i dati inerenti l’apprezzamento della vacanza (che in media non supera i 5-6 giorni): alla domanda se si ha intenzione di ripetere l’eserienza a Martinsicuro, il 39% ha risposto “probabilmente”, il 42% “certamente”, il 18% “non so” e l’1% “decisamente no”.

I dati del Piano Marketing illustrati nel corso della serata sono solo una parte di quelli che andranno a costituire il report definitivo, molto probabilmente ufficializzato a gennaio prossimo. Al momento infatti sono ancora in corso elaborazioni e studi che andranno ad integrare i risultati già acquisiti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 293 volte, 1 oggi)