SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Bisognerà che le forze politiche decidano se vogliono entrare in questa coalizione di centrosinistra. Per noi il Pd deve aggregare anche Udc e Sinistra Ecologia e Libertà, se siamo tutti d’accordo. Poi si stila il programma politico, poi si indicono le primarie di coalizione”.

Questo è quanto afferma il coordinatore comunale del Pd, Felice Gregori, all’indomani di una breve riunione con i segretari politici dei partiti che attualmente sostengono il sindaco Giovanni Gaspari (Pd, Idv, Verdi e Socialisti).

Il segretario socialista Umberto Pasquali invece ha dichiarato che “bisogna individuare con chiarezza qual’è la coalizione con cui il centrosinistra andrà alle urne, e poi eventualmente fissare la data di queste primarie”.

Per i socialisti infatti le primarie non sarebbero lo strumento fondamentale per determinare il candidato sindaco. Come noto, invece, Gaspari ha posto le primarie di coalizione come l’unico strumento politico che possa portare alla città la propria ricandidatura. Mentre i socialisti sono dell’avviso che, credendo nel buon operato del sindaco come ci credono le forze che lo sostengono, fare le primarie sarebbe superfluo.

Ad ogni modo le riunioni fra i segretari di partito continueranno a breve, visto che a quanto trapela nell’incontro di martedì sera non sono state assunte determinazioni precise.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 153 volte, 1 oggi)