SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Egoisticamente posso dire che, se questa è la situazione, non ci sono alternative alla nostra Amministrazione”: Fabio Urbinati, consigliere comunale del Partito Democratico, accusa il centrodestra cittadino di non esporsi in merito alla questione della megavariante o della più ampia politica urbanistica della giunta Gaspari: “Il Pdl non ha alcuna idea di città anche se fra quattro o cinque mesi si dovrà votare. Noi rivendichiamo la nostra politica, che vede innanzitutto protetta l’area della zona Brancadoro, che sarà destinata a parco pubblico, mentre il Piano Regolatore di Bellagamba, durante l’amministrazione Martinelli, prevedeva in questa zona 180 mila metri cubi di nuove costruzioni”.

“Mi aspetterei invece una ampia discussione cittadina, non solo con il Comitato referendario, che magari dovrebbe far conoscere anche i costi del referendum che vuole organizzare, ma anche con il centrodestra. Non basta limitarsi a poche frasi ad effetto, come dice Piunti, che assimila la megavariante con i Prusst, coi quali, però, non ha alcuna relazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 192 volte, 1 oggi)