SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Comitato di quartiere di Porto d’Ascoli Centro senza pace: il presidente Marisa Pignotti, infatti, infatti, con una lettera protocollata al Comune di San Benedetto del Tronto lo scorso 29 novembre, ha rassegnato le proprie dimissioni (era in carica dal 24 maggio 2009).

Nella lettera, indirizzata all’assessore Margherita Sorge, si leggono però delle accuse sui “aspetti riguardanti la gestione del Comitato, di cui personalmente sono onorata per averlo rappresentato sia pure per la metà del mandato nonostante le dimissioni dei componenti del direttivo dopo appena cinque mesi dalla loro elezione, per motivi, a mio parere, assolutamente incomprensibili, inconsistenti ed indipendenti dalla mia gestione bensì esclusivamente politici, di potere e visibilità”.

“Consto che alcuni problemi da me segnalati sono stati risolti sia pure parzialmente da questa amministrazione – scrive la Pignotti – anche se Porto d’Ascoli Centro necessita di interventi strutturali, dovuti al forte insediamento urbano e alla modernità dei tempi: una nuova segnaletica, eliminazione in alcuni punti strategici del forte inquinamento da polveri sottili, riqualificazione della periferia degradata, istituzione di attività ludiche per i giovani”.

Infine la dimissionaria presidentessa ringrazia “pubblicamente i cittadini che mi hanno accordato la fiducia in questo travagliato cammino e lascio la gestione con animo sereno, scevra da risentimento alcuno e sicura di aver posto in essere tutte le iniziative nell’interesse del Quartiere”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 316 volte, 1 oggi)