MARTINSICURO – Numeri, somme, conteggi. A scandire la prima parte dell’ennesimo consiglio comunale fiume sono state le cifre elencate nella discussione dei punti all’ordine del giorno su assestamento generale di bilancio, riconoscimento dei debiti fuori bilancio e programmazione triennale dei lavori pubblici. Si è dibattuto sulle opere realizzate e sulle prospettive per gli interventi futuri, con tutto il contorno di discussioni, proposte, battibecchi, scontri che hanno oltremodo allungato i tempi del civico consesso.

La seduta è stata aperta con l’ufficializzazione del gruppo consiliare di Futuro e Libertà per l’Italia. “Abbiamo in passato criticato Fini per alcune sue scelte infauste (l’adesione al Pdl, ndr) – ha affermato De Luca nel suo intervento – convinti che ci avrebbe portato al dissolvimento dei nostri ideali e principi. Ma oggi che lui ha riconosciuto i suoi errori siamo pronti a seguirlo”. Il consigliere ha poi dato il benvenuto nel gruppo a Luigino Fedeli, “che pur non essendo completamente convinto delle scelte di Fini, per l’amicizia e il rapporto sincero, onesto e trasparente che c’è fra tutti, ha deciso di avallare questa scelta”.

Si è passato poi a parlare di bilancio e dei fondi comunali, che hanno subito nell’anno in corso una drastica riduzione a causa del mancato pagamento degli oneri di urbanizzazione per le nuove costruzioni: il mercato immobiliare è fermo e sono sempre di più i costruttori che preferiscono non ritirare in Comune i permessi a costruire già approvati. Si sarebbero avuti così introiti di soli 500mila euro a fronte del milione e 200mila degli anni precedenti. Un ammanco che a detta della maggioranza influisce non poco sulla gestione del territorio. D’altro canto è stato poi anche sottolineato come si siano ottenuti 100mila euro di ristorno dall’Unione dei Comuni per una serie di spese sostenute e recuperati 80mila euro grazie agli accertamenti Tarsu avviati dall’ufficio preposto, dichiarazione che ha incassato anche i complimenti da Mauro Paci del Pd. Si è parlato poi anche di spese inerenti la sicurezza, con l’installazione del’impianto di videosorveglianza sul territorio e della somma stanziata per il posto di polizia estivo. Un battibecco si è avuto sui 24mila euro inerenti un progetto di riqualificazione del cinema Ambra per i quali De Luca di Fli ha chiesto conto all’assessore al Bilancio Cappellacci. Si è discusso poi anche dei fondi per gli interventi antierosione sul litorale e di quelli relativi alla ristrutturazione di due scuole di Martinsicuro e  Villa Rosa, argomenti che poi sono stati ripresi in secondo tempo anche nelle varie interpellanze ed interrogazioni presentate dalle minoranze.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)