ASCOLI PICENO –  Martedì 30 novembre presso la Prefettura si è tenuta la riunione del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione, alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Province e dei Comuni di Ascoli Piceno e Fermo, delle Forze dell’ordine, della Direzione Provinciale del Lavoro e dell’Ufficio Scolastico Provinciale, degli Ambiti Territoriali, della Cgil e Uil, della Confcommercio di Ascoli Piceno, delle associazioni operanti in ambito sociale nonché del Centro Polivalente per gli Immigrati.

Nel corso della riunione sono stati illustrati i requisiti e le modalità di presentazione della domanda per svolgere i test d’italiano da parte di coloro che vorranno chiedere il rilascio del permesso di soggiorno comunitario per soggiornanti di lungo periodo.

La domanda per il test andrà presentata solo dal coloro che intendono chiedere il suddetto titolo di soggiorno, in possesso di regolare permesso di soggiorno e di età superiore ai 14 anni. Non dovranno sostenere il predetto test coloro che siano già in possesso dei seguenti titoli o certificazioni:

1) Attestati o titoli che certifichino la conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue approvato dal Consiglio d’Europa, rilasciato dagli enti certificatori riconosciuti dal Ministero degli Affari Esteri e da quello dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: Università degli Studi Roma Tre, Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Società Dante Alighieri;

2) Titoli di studio o titoli professionali (diploma di scuola secondaria italiana di primo o secondo grado, oppure certificati di frequenza relativi a corsi universitari, master o dottorati);

3) Riconoscimento del livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 nell’ambito dei crediti maturati per l’accordo di integrazione;

4) Attestazione che l’ingresso in Italia è avvenuto ai sensi dell’articolo 27, comma 1, lettere a), c), d), q) del  Testo Unico sull’Immigrazione;

5) Certificazione, rilasciata da una struttura sanitaria pubblica, nella  quale sia dichiarato che lo straniero è affetto da gravi limitazioni alla capacità di apprendimento linguistico derivanti dall’età, da patologie o handicap.

Si comunica che la domanda andrà presentata esclusivamente via internet connettendosi al sito: http://testitaliano.interno.it. a partire dal 9 dicembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 329 volte, 1 oggi)