ASCOLI PICENO – “I consiglieri provinciali dell’Italia dei Valori hanno fatto benissimo a chieder conto a Gabrielli di come spende i soldi della collettività. Ma di fronte a questa legittima richiesta, è singolare la risposta dell’assessore, che in linea con il suo modo di agire e di fare non ha risposto nel merito della questione, né ha fornito una risposta di natura politica o progettuale”: parole del segretario comunale del Partito Democratico Felice Gregori, deciso a denunciare come l’assessore provinciale al Turismo sperperi i soldi pubblici con iniziative di promozione turistica che, a suo dire, competerebbero invece per legge alle Regioni.

“Alle Province compete soltanto il coordinamento dell’accoglienza tra i vari Comuni. Lungi da tutto questo, l’inopinato assessore tenta di fare di tutto un po’, forse solo per testimoniare la propria presenza. Ora – prosegue – in attesa di vedere i risultati del fantomatico Piano di Marketing Territoriale, sarebbe interessante sapere quanto costa davvero quella operazione. Si parla infatti di diverse centinaia di migliaia di euro”.

Infine, l’ennesima frecciata sulla vicenda Iat: “Prima si pagavano 4 mila euro l’anno; con Gabrielli ai vertici politici sono diventati 15 mila. A lui, che in un recente passato ha saturato la Provincia con il proclama del fare, chiediamo di fare meno propaganda e di imparare a vivere di luce propria”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 139 volte, 1 oggi)