CONTROGUERRA – Sequestrata una tonnellata e mezza di botti e fuochi d’artificio pronti ad essere venduti per le feste di fine anno. L’operazione è stata effettuata a Controguerra dai militari della Guardia di Finanza di Nereto, appartenente al comando provinciale di Teramo. Le Fiamme Gialle, durante lo svolgimento di un’operazione mirata alla repressione dei traffici illeciti, hanno fermato in prossimità della zona industriale della Bonifica del Tronto un rumeno alla guida di un furgone carico di giochi pirotecnici trasportati per conto del proprietario, un commerciante residente a San Benedetto del Tronto. La merce, imballata in scatoloni sigillati, era trasportata senza alcuna autorizzazione. I botti, rientranti per la quasi totalità nella categoria IV che raggruppa i materiali esplodenti, sono stati sequestrati per violazione delle norme che disciplinano il trasporto e la detenzione. Il proprietario dei materiali, un commerciante di San Benedetto del Tronto, unitamente al conducente del mezzo, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 188 volte, 1 oggi)