CUPRA MARITTIMA – “Stiamo agendo secondo la diligenza del buon padre di famiglia per risanare la situazione economica del Comune e migliorare la gestione di tutto il paese”. Lo ha affermato il sindaco Domenico D’Annibali durante il consiglio Comunale di venerdì 26 novembre.

Durante la serata sono stati affrontati diversi argomenti, primo tra tutti l’assestamento generale del bilancio per l’esercizio finanziario 2010. D’Annibali ha ringraziato gli assessori per aver rispettato e non aver sforato i relativi piani esecutivi di gestione, e tutti i dipendenti comunali. “Con l’assestamento di bilancio – ha spiegato il sindaco – abbiamo voluto sistemare alcune voci, correggere i costi fissi, i costi del personale, spese di manutenzione. Il risparmio che ne è scaturito è stato utilizzato per risolvere alcune situazioni debitorie pregresse”.

Ha aggiunto l’assessore al bilancio Susanna Lucidi: “Un forte risparmio lo abbiamo notato dopo aver fatto tornare all’interno del Comune la gestione di alcuni servizi come la riscossione dei tributi, Ici e Tarsu e della pubblica illuminazione che fino allo scorso anno erano invece assegnate a società esterne. L’ammontare definitivo della somma risparmiata, davvero consistente, verrà reso noto a fine anno. Molto significativo è stato inoltre il lavoro di accertamento fiscale: la riscossione di Ici e Tarsu non pagati negli anni passati ha portato ad un ritorno oggi nelle casse Comunali di circa 100 mila euro. Questo ci fa capire che i dubbi riguardanti il cattivo funzionamento dell’esternalizzazione del servizio erano fondati e che la scelta di gestione interna dell’ufficio tributi si è rivelata più che giusta”.

Successivamente si è discusso della piccola lottizzazione residenziale in zona San Michele. La Provincia aveva richiesto che la pendenza del terreno non superasse il 30%, dopo questo accertamento si procede ora all’approvazione definitiva del piano. L’impresa dovrà provvedere a realizzare un marciapiede, si avrà così una zona sicura per i pedoni, con tanto di relativa illuminazione. Approvata anche la variante parziale al piano regolatore riguardante la lottizzazione in via Kennedy. Il proprietario di un edificio da ristrutturare e ricostruire ha chiesto di poter aumentare di un piano la struttura, raggiungendo così i 14,10 metri non aumentando la volumetria e rimanendo comunque più basso rispetto alla media delle palazzine che lo circondano.

Gli ultimi due punti all’ordine del giorno sono stati poi discussi dal vicesindaco e assessore alle politiche sociali Anna Maria Cerolini. È stato prima approvato il piano di zona triennale 2010/2012 dell’Ambito Territoriale Sociale 21, poi, è stato annunciato il recesso della partecipazione dal progetto “Palazzo Monti”. “Il progetto – ha affermato la Cerolini – era nato con l’intenzione di sensibilizzare i cittadini, soprattutto i giovani dei territori di Ascoli e Fermo, verso la solidarietà internazionale ma a nostro avviso non è stato fatto molto in tal senso e preferiamo impegnarci nell’ambito dell’educazione alla mondialità attraverso altre iniziative”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)