ASCOLI PICENO – Non è sicuro che prima dell’estate il Caffè Meletti possa riaprire. Ci vorranno tutti gli ok della sovrintendenza e dei vari organi deputati al controllo per i lavori di cui necessita la struttura e che potrebbero, strada facendo, far allungare i tempi previsti.

Questo in sostanza quanto affermano il presidente della Fondazione Carisap Vincenzo Marini Marini e il presidente della Caffè Meletti S.r.l. Mario Tassi in occasione della presentazione del piano strategico di rilancio dello storico caffè, chiuso da quest’estate dopo l’ennesima fallimentare gestione.

La Fondazione, in seguito a quest’ultima esperienza, ha deciso di gestire direttamente l’attività attraverso la Caffè Meletti S.r.l, la quale ha affidato a Giulio Vallorani la parte relativa al bar e alla ristorazione.

Le iniziative culturali, che per un caffè storico rappresentano un’ importante attività complementare a quella del servizio bar, verranno valutate sul momento, di volta in volta. “Il Caffè Meletti dovrà avere un ruolo attivo nella promozione del territorio, ma siamo lontani dalla logica anni ’90 per cui la cultura doveva essere sostenuta sempre e comunque a costo di andare in perdita. – afferma Marini Marini – Oggi bisogna trovare una strada che unisca l’aspetto culturale a quello dell’economicità”.

Le idee sono molteplici: una è quella di un Brand “Caffè Meletti” che possa valorizzare prodotti locali; un’altra potrebbe consistere nel creare uno spazio culturale per ospitare diverse iniziative, come ad esempio presentazioni editoriali di un certo livello.

Il Piano Aziendale presentato questa mattina seguirà passo dopo passo, settimana dopo settimana, l’andamento della gestione in modo da poter eventualemente correggere in tempo il tiro. Si spera così in cinque anni di portare l’esercizio finanzario in una situazione di pareggio.

Si tratta di un progetto-studio, – spiega Mario Tassi – una sorta di simulazione quinquennale che permetterà un continuo monitoraggio economico e finanziario. L’obiettivo è quello di fare del Caffè Meletti un bar non solo per turisti, ma per tutti, in grado di offrire servizi e cultura abbassando i costi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 250 volte, 1 oggi)