SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il turismo balneare che abbiamo costruito negli anni attenendoci alle leggi previste dal piano regolatore di spiaggia ha contribuito a favorire l’occupazione di intere famiglie oltre a rappresentare un valore aggiunto all’economia italiana”. La riflessione messa a punto dal presidente dell’I.t.b. Giuseppe Ricci intende proseguire con il dibattito riguardo alla direttiva Bolkestein la quale mettendo all’asta le concessioni balneari determinerebbe oltre alla disoccupazione la perdita di quel tratto tutto italiano che caratterizza il turismo balneare.

Ma non si tratta solo di tali conseguenze. Secondo Ricci infatti, il documento redatto all’insaputa degli imprenditori balneari da parte di alcune associazioni di categoria oltre a non fornire un’adeguata risposta alla direttiva europea, si limita a mettere in evidenza le agevolazioni provenienti dalla messa in asta delle concessioni.
“Un documento inaccettabile – prosegue il presidente dell’Itb – che in sostanza si rassegna e apre la strada verso la messa in asta dei nostri immobili e del nostro lavoro”.

A questo si aggiungerebbe poi la carenza di informazione tra i concessionari di spiaggia riscontrata dall’associazione turistica riguardo a questa problematica, un elemento che di certo non aiuta il dibattito per arrivare alla formulazione di un progetto condiviso.
La proposta – secondo Ricci – sarebbe dunque quella di mantenere comunque il canone demaniale ma di concedere la proprietà dello stabilimento all’imprenditore ad eccezione della spiaggia in modo da esercitare la propria attività che oggi non si limita più a essere solo quella balneare ma anche commerciale. In altri termini, sostituire la concessione con una licenza.

Intanto per sabato 11 dicembre a partire dalle ore 10 all’Hotel International, l’Itb ha organizzato l’evento “Una vetrina sul mare”, un incontro a cui potranno partecipare anche le concessioni che non fanno parte dell’associazione turistica per fare il punto sulla questione Bolkestein e proseguire sul confronto di opinioni e progetti a cui prenderanno parte anche esperti e politici del settore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 217 volte, 1 oggi)