MONTEPRANDONE – Volontari, autorità politiche e rappresentanti di enti ed associazioni. Erano in molti all’inaugurazione dei nuovi mezzi di trasporto del “Cento Soccorso” di Centobuchi domenica 21 novembre alle ore 10. Andranno a rinnovare il parco automezzi un’ambulanza Fiat Ducato attrezzata per la rianimazione e un pulmino Fiat Scudo per il trasporto di disabili, donato dalla fondazione Carisap.

In occasione del decennale dell’associazione, la cerimonia pubblica è stata presieduta dalla presidente Gabriella Sciarra: “la continuità dell’impegno – ha dichiarato – l’operatività e la professionalità hanno contraddistinto il lavoro dei volontari in questi anni. Il ringraziamento va a tutti loro e alle associazioni che collaborano con Cento Soccorso. L’obiettivo comune è continuare a rispondere efficacemente alle esigenze future”.

Il sindaco di Monteprandone Stefano Straccia ringrazia l’associazione a nome di tutte le famiglie del paese: “Grazie alla Carisap e a tutte le aziende impegnate su questo fronte, si dà vita a quel principio di sussidiarietà tra pubblico e privato necessario per la crescita umana della comunità”.

E’ poi seguito l’intervento di Ottavio Medori della fondazione Carisap di Ascoli Piceno: “Ribadisco in questa occasione che quello svolto dai presenti è puro volontariato. Ciò rappresenta una testimonianza forte per tutti. La nostra missione è dare valore al settore sociale investendo del denaro. Lo stesso valore viene poi moltiplicato dal lavoro dei volontari”.

Il pulmino donato fa parte del piano biennale 2008-2010 che si sta concludendo. 30mila gli euro investiti per la formazione dei volontari attraverso i corsi specifici. La raccomandazione di Medori è quella di fare tanto proselitismo, soprattutto fra i giovani, per diffondere la cultura del volontariato.

Presente alla cerimonia anche Massimo Mezzabotta, presidente dell’Anpas (Associazione nazionale pubblica assistenza) regionale Marche. “I 10 anni che si festeggiano – ha affermato – non devono essere un traguardo, ma l’inizio di un nuovo percorso per realizzare tanti altri progetti”. Al termine della cerimonia si è celebrata la santa messa presso la chiesa Regina Pacis di Centobuchi, con la benedizione dei nuovi mezzi. Tutti i veicoli di soccorso hanno poi sfilato in corteo per le vie di Monteprandone e Centobuchi.

Una bella mattinata, dunque, all’insegna della filantropia e della beneficenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 467 volte, 1 oggi)