SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Intitolata “Il nostro tempo è ora”, la sezione sperimentale della 17a rassegna del documentario/premio Libero Bizzarri si terrà a San Benedetto dal 3 all’8 dicembre presso l’auditorium comunale, il cineteatro Concordia e l’ auditorium Ipsia / Itc Capriotti. La organizza la fondazione omonima.

Questa rassegna nella rassegna si rivolge ad una fascia di età compresa tra 16 e 30 anni (scuole secondarie di II grado e università) ed è interamente curata da ragazze e ragazzi in piena libertà. A far parte della giuria popolare saranno infatti 200 ragazzi italiani. Si può essere tra loro compilando il modulo di adesione sul sito  www.fondazionebizzarri.org che andrà inviato alla segreteria organizzativa della fondazione Libero Bizzarri, all’indirizzo info@fondazionebizzarri.org.

Ai giovani sarà dunque affidato il compito di valutare le opere il 6, il 7 e l’8 dicembre presso l’auditorium comunale.
Questa sezione del Bizzarri è una vetrina per le opere “low budget” che meglio hanno proposto e sperimentato nuove tecniche di produzione.

La premiazione è prevista per mercoledì 8 dicembre presso il teatro Concordia di San Benedetto.
I documentari in concorso quest’anno sono: Il Sogno di M. (2009, 58’) di Gaia Russo Frattasi, L’Aquila Immota Manet (2010, 47’) di Alessandro Galassi, Comando e controllo (2009, 70’) di Alberto Puliafito, Fières d’être Pute (2010, 30’) di Irene Dioniso, Negli Occhi (2009, 75’) di Daniele Anzelotti, Francesco Del Grosso, Tango illegal (2009, 35’) di Valentina Sutti, +o-X Nespolo (2009, 49’) di Luca Grivet Brancot, A li tempi miei era tutta campagna (2009, 60’) di Chiara Zilli, 74 Miglia (2009, 40’) di Laura Viezzoli, Valentina Postika in attesa di partire (2009, 73’) di Caterina Carone.

Molte sono le realtà giovanili che hanno aderito, dalle università agli Informagiovani, dalle accademie di cinema alle varie agenzie di formazione. Ospitati anche giovani autori che hanno continuato la loro carriera presso importanti Festival. È il caso di Mirko Locatelli, che col lungometraggio “Il primo giorno d’Inverno”, è stato presente a Venezia e di Pietro Marcello che con “Il passaggio della linea”, dopo il premio “Fondo per lo Sviluppo” al Bizzarri, ha proseguito ottenendo riconoscimenti a Venezia e Torino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)