Samb. Dopo una prestazione come quella con il Bojano, sfortunata ma anche brutta, ci aspettavamo una gara alla baionetta per recuperare i due punti persi contro l’ultimissima in classifica.

Non solo non è arrivata la terza vittoria esterna ma addirittura  la prima sconfitta contro una squadra che, a detta dei risultati e dei gol fatti e subiti, lascia giocare. Di solito in questi casi trae vantaggio la squadra più forte sulla carta. Non c’è stata la prestazione vergognosa tipo Recanati e Sant’Arcangelo ma, secondo me, quelle due gare hanno lasciato un segno che ancora sta incidendo sui risultati della squadra di Giudici.

Secondo me dopo Samb-Real Rimini è successo qualcosa di extracalcistico nello spogliatoi che ha incrinato alcuni rapporti che ora si stanno rivelando determinanti per la classifica. Sono solo mie sensazioni alle quali aggiungo una supposizione concreta: l’esclusione di Lima e il suo reintegro dopo due ottime prove di Chessari, ora mestamente in tribuna. Per questioni regolamentari? Io nutro qualche dubbio. Non si potrebbe ovviare mettendo Chessari in porta con Lima 12°. Se fosse necessario  recuperare un risultato, basterebbe mettere Lima in porta e un attaccante esperto o un centrocampista a seconda delle esigenze. A me sembra una soluzione intelligente nel segno di “prima non prenderle…”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 520 volte, 1 oggi)