MARTINSICURO – SPAL LANCIANO  1–1

MARTINSICURO: Carfagna 6, Paci 6, Piergallini 5,5, Vallese 5,5, Capretti 6 (9’ st Capretta 6), Colella 6, Picciola 5,5 (20’ st Cimbelli 6), Tarantella 5,5 (9’ st Scarpantoni 6), Rossi Finarelli 5,5, Nepa 6, Carboni 5,5. A disp. Damiani, Massetti, Fasciani, De Dominicis. All. Fanì

SPAL LANCIANO: Trivilino 6, Del Sole 6, Ferri 5,5, Gennaro 5,5, Scariti 6, Tano 6, Tucci 5,5, Barone 5,5 (32’ st Filomarino 5,5), Lalli 6, Vitone 6 (46’ st Cianci ng), Colombo 6 (17’ st Spadano 5,5). A disp. Cinquegrana, Tridenti, Di Camillo, D’Ortona. All. Paolucci

Arbitro Feancesco Ciccarelli di Castellamare di Stabia 5

Reti: 10 pt Capretti (aut), 47’ st Capretta

Note: Ammoniti Carfagna, Paci, Rossi Finarelli, Tucci. Spettatori 300 circa, angoli 10-3.

MARTINSICURO – Termina con un pareggio lo scontro di metà classifica tra il Martinsicuro e la Spal Lanciano al termine di una partita nervosa e arbitrata male dal campano Ciccarelli.

Fanì recupera Scarpantoni ma prudenzialmente lo porta in panchina, confermando l’undici vittorioso di mercoledì scorso a Montesilvano.

Ospiti in vantaggio al decimo con un tiro dal limite di Vitone che rimpalla sulla schiena di Capretti e prende una traiettoria velenosa che si insacca all’incrocio dei pali rendendo vano il tentativo di Carfagna. Alla mezz’ora i locali reclamano per un fallo in area su Picciola, con l’arbitro che fa ampi gesti di continuare. Poco dopo Colombo ha la palla buona per il raddoppio ma la sfera, calciata in diagonale, si perde di poco a lato. I diversi duri interventi che si susseguono durante la prima frazione di gioco, senza nessun cartellino mostrato dall’arbitro, contribuiscono a rendere nervosa la gara. Ad inizio ripresa mister Fanì schiera la terza punta Capretta rischiando con la difesa a tre. Al 3’ Piergallini sbaglia il rinvio con la sfera che arriva a Colombo che colpisce la traversa con una conclusione da centro area. Scampato il raddoppio, il Martinsicuro comincia ad attaccare con insistenza, collezionando dieci calci d’angolo senza esito. Al 31’ un tiro di Nepa diretto all’incrocio viene salvato da Trivilino. Gli attacchi dei padroni di casa sono confusionari. Al 34’ sembra netto un fallo in area su Carboni ma anche in questo caso l’arbitro non interviene. Al secondo minuto di recupero, dei cinque concessi, con l’area ospite intasata la sfera arriva a Paci che offre l’assist a Capretta per il meritato pareggio, tra la gioia di giocatori e tifosi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)