SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì 25 e venerdì 26 novembre al teatro Don Bosco di Macerata va in scena “No man’s island – Solitudini da osservare”. La rassegna è organizzata da “Nessunteatro”, associazione culturale sambenedettese composta da Matteo Ripari, Edoardo Ripari e Silvia Vagnoni. La due giorni, che vede la partecipazione di critici ed artisti del panorama nazionale, si struttura come una narrazione a più voci su frammenti di drammaturgia senza un approdo finale.

Giovedì 25 alle 21 l’Accademia degli Artefatti apre la manifestazione con lo spettacolo in anteprima regionale “My arm” di Tim Crouch, monologo di un trentenne che racconta di come da bambino ha sfidato se stesso, le proprie possibilità e la propria noia.

Il programma prosegue venerdì 26 con due dibattiti a cura di docenti e critici teatrali: alle 18 “Del tragico. La necessità fatale della forma”, con interventi di Pierfrancesco Giannangeli ed Enrico Pulsoni, alle 19 “La civiltà dell’inganno” con Attilio Scarpellini di “Carta”.

Alle 21 la compagnia “Nessunteatro” mette in scena “Filottexit”, originale rielaborazione della tragedia di Sofocle. Chiude la rassegna, alle 22, il video di Angelo Di Bello “amici Restate”.

L’ingresso per ogni singolo spettacolo è di 10 euro, i dibattiti sono ad ingresso gratuito.

Info e prenotazioni: 329 7020664.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 80 volte, 1 oggi)