ASCOLI PICENO – Nella notte tra il 20 ed il 21 novembre, sono stati attuati i servizi disposti per il fenomeno delle “Stragi del Sabato Sera” finalizzati al controllo dei conducenti che guidano in stato di ebbrezza o di alterazione da assunzione di sostanze stupefacenti.

Il personale della Polizia Stradale della Sezione di Ascoli Piceno e del Distaccamento di Fermo ha provveduto a controllare , nelle zone di Porto Sant’Elpidio , Porto San Giorgio e Grottammare, complessivamente circa 400 conducenti , tutti sottoposti a verifica con precursori per la guida in stato di ebbrezza.

Dai controlli sono state emesse sette  denunce per guida in stato di ebbrezza con valori al di sopra dei massimi consentiti. A tutti è stata ritirata la patente di guida e nei loro confronti verranno elevati i verbali di violazione del Codice della Strada e le denunce alla Procura della Repubblica di Fermo per chi aveva valori superiori a 0.80 grammi per litro.

Nel corso della stessa serata sono state constatate dodici violazioni al Codice della Strada. Nell’ambito dei controlli è stati identificato un pregiudicato abruzzese sottoposto alla libertà vigilata, il quale trovandosi a Grottammare insieme ad un altro pregiudicato, violava gli obblighi di non uscire dalla provincia di Teramo  e di accompagnarsi con persone con precedenti penali.

Il soggetto, al fine di sfuggire alle sanzioni per la guida in stato di ebbrezza, dava anche false generalità. Gli accertamenti  ed il fotosegnalamento dello stesso presso la Questura, consentivano di appurare gli estremi, completamente diversi da quelli forniti inizialmente, e di scoprire che lo stesso aveva la patente revocata.

Per i reati di guida in stato di ebbrezza, false generalità, guida senza patente e per le violazioni delle prescrizioni della libertà vigilata lo stesso verrà denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Fermo e apposita segnalazione sul comportamento verrà inviata al Magistrato di Sorveglianza che ha in carico il provvedimento di libertà vigilata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 471 volte, 1 oggi)