MARTINISCURO – Ancora lampioni spenti a Martinsicuro, con il gruppo di Città Attiva che torna nuovamente sul caso Pubbliluce allegando, a sostegno delle proprie critiche, foto che immortalano strade al buio e un lungomare desolatamente rischiarato solo da sporadiche illuminazioni private.

“Non avremmo mai pensato – affermano i consiglieri di minoranza – che nella stessa giornata potesse verificarsi l’ennesimo allagamento di un sottopasso ed un ulteriore black out programmato in una delle vie più importanti della città”.

La mancanza di corrente elettrica all’illuminazione pubblica è un disagio che si ripresenta con una certa frequenza a Martinsicuro, soprattutto da quando la gestione degli impianti pubblici è stata affidata a privati. Secondo le minoranze la causa sarebbe da ricondurre ad improprie politiche di risparmio energetico messe in atto dalla ditta, con lampioni che restano spenti, a seconda dei casi, per qualche ora o anche per più giorni, e con il buio che ricompare puntuale in zone diverse della città insieme alle proteste dei cittadini e alle segnalazioni in Comune per la riparazione dei guasti.

“Ci auguriamo comunque – aggiungono – che chi ha voluto giustificare l’allagamento imputandolo alla momentanea interruzione di corrente elettrica, non voglia motivare l’oscuramento del lungomare con le abbondanti precipitazioni della notte precedente. Per fortuna ad alleviare la tetra oscurità hanno pensato l’insegna del distributore di latte, con la rassicurante sagoma della mucca, ed una splendida luna che lasciava immaginare ben altri scenari.

Oggi non abbiamo voglia di prendercela con nessuno – concludono ironici i consiglieri – ma solo di ringraziare chi ha reso possibili questi tenui bagliori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 322 volte, 1 oggi)