ASCOLI PICENO – L’associazione Fisch (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) denuncia l’operato del governo, edd in aprticoalre la cosiddetta legge di stabilità posta all’attenzione del parlamento in questi giorni.

“Sbiadiscono al confronto scrivono in un comuinicato – le avvisaglie avute con la precedente manovra economica. La proposta di legge C 3778, che sarà sottoposta nei prossimi giorni alle votazioni dell’Assemblea, potrebbe spazzare via in un sol colpo quanto si è tentato di costruire in questi anni per garantire un barlume di inclusione sociale per le persone con disabilità di questo Paese.

Basti pensare al Fondo Nazionale per le non autosufficienze, istituito nel 2006 con l’obiettivo di sviluppare prestazioni mirate alla “attuazione dei livelli essenziali delle prestazioni assistenziali”, che verrà definitivamente azzerato a seguito di questo provvedimento, mettendo brutalmente fine a molti percorsi di presa in carico delle persone con disabilità da parte dei servizi”.

L’associazione denuncia anche la drastica riduzione prevista anche per il Fondo per le politiche sociali, una combinazione esplosiva di tagli indiscriminati che rappresenta una spallata contro moltissimi tentativi di far uscire le persone con disabilità dagli istituti e il significativo taglio che interesserà il Fondo nazionale per il diritto al lavoro dei disabili.

È una prospettiva apocalittica – commenta il presidente della FISH, Pietro Barbieriquella che si presenta ai cittadini con disabilità che già oggi fanno i conti sui loro territori con le drastiche conseguenze dei piani di rientro regionali, e che assisteranno al rapido erodersi di quei pochi diritti ad oggi loro garantiti”.

La Fish ha voluto infine denunciare l’ipotesi di una drammatica riduzione, del 75% rispetto allo scorso anno, dei fondi connessi allo strumento del 5 x mille.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 59 volte, 1 oggi)