GROTTAMMARE – L’adozione a distanza può salvare molte vite. Si è svolto nella mattinata di giovedì 18 novembre, presso la sala consigliare del Comune di Grottammare, l’incontro organizzato tra istituzione, 3 D 3 C della scuola media statale Giacomo Leopardi di Grottammare e l’associazione Sermit onlus (Servizio Missionario Tolentino presieduta da Sandro Luciani), rappresentata da Suor Maria Goretti Nakate Akiiki e Suor Matilda Nakajima, appartenenti all’ordine della Congregazioni Bambin Gesù, in visita nelle Marche, per far conoscere la dura realtà dei bambini, purtroppo, costretti a vivere in condizioni disumane.

“Bisognerebbe essere sensibili a queste dure realtà – afferma il sindaco Luigi Merli – basterebbe privarsi di un caffè al giorno per donare un futuro migliore a queste creature che non meritano un destino diverso dai nostri figli”. Sono 234 i bambini che vivono nell’orfanotrofio di Kinyarugonio, Diocesi cattolica di Hoima, in Uganda. Intervenuta all’incontro Suor Maria Goretti responsabile dell’orfanotrofio che sostiene “vi ringraziamo per la vostra disponibilità e per il vostro affetto. Siamo partite dal nostro paese per chiedervi un aiuto. L’orfanotrofio e il piccolo centro di cui disponiamo hanno bisogno di essere ampliati. Non disponiamo di acqua potabile e purtroppo molti dei nostri ragazzi sono costretti a dormire in condizioni disagiate. Il nostro obiettivo è anche quello di comprare una lavatrice per lavare e rendere migliori le condizioni igieniche”.

Per far conoscere da vicino e sensibilizzare i partecipanti, le due suore missionarie hanno portato come testimonianza un video documentario girato nello scorso settembre, dove si è vista la quotidianità che queste piccole anime, tutti con gravi storie alle spalle, vivono. Grottammare è stata la terza tappa per le due suore, dopo Tolentino e Recanati, e termineranno il loro percorso, prima di tornare nel loro paese, a Roma all’udienza del Santo Padre.

Chiunque avesse interesse alle adozioni a distanza o per avere notizie più dettagliate è possibile contattando il numero: 0733 974680 oppure visitare il sito www.sermit.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 328 volte, 1 oggi)