SANT’EGIDIO ALL VIBRATA – Una cena al buio per condividere le esperienze sensoriali dei non vedenti. L’interessante iniziativa è organizzata dall’“Unione Italiana ciechi e ipovedenti” di Teramo in collaborazione con il ristorante “Don Carosello” di Paolantonio e il Cocalo’s Club.

La cena, che si tiene venerdì 19 novembre, sarà completamente al buio: gli ospiti saranno guidati da personale non vedente per vivere un’esperienza unica, che va molto aldilà del semplice atto quotidiano del cenare.

Il buio dura all’incirca un’ora e mezza, al momento del dessert la sala verrà illuminata da candele. Il costo della cena è di 25 euro a persona e parte del ricavato verrà devoluto all’associazione a sostegno del progetto “Insieme verso l’autonomia” rivolto ai ciechi pluriminorati (che oltre a non vedere hanno altre disabilità) e che prevede, per 12 mesi, attività riabilitative specifiche per 31 utenti pluriminorati residenti nella provincia di Teramo.

Gli obiettivi della “Cena al Buio” sono molteplici: ridurre la distanza psicologica tra chi ha perso il bene prezioso della vista e chi non ha, per sua fortuna, questa minoranza visiva, risvegliare i sensi del gusto, dell’olfatto, del tatto, dell’udito, giocare a riconoscere le cose, a distinguere oggetti comuni senza la vista, a godere di sapori e profumi senza lasciarsi influenzare dagli stimoli visivi e, per finire, contribuire attivamente ad un progetto di solidarietà.

Per info e prenotazioni  (Presidente dell’Unione italiana cechi di Teramo): 389 1861071 – Ristorante Don Casorello: 0861 841000

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)