GROTTAMMARE – Diversi i punti che si discuteranno nella serata di mercoledì 17 novembre durante il Consiglio Comunale a Grottammare, dalle ore 21.

L’argomento in apertura riguarda la proposta di integrare lo Statuto Comunale con il riconoscimento dell’acqua come bene comune e della gestione del servizio idrico integrato come servizio pubblico locale privo di rilevanza economica.

Si parlerà poi dell’approvazione dell’assestamento di bilancio che entro il 30 novembre di ogni anno va approvato. Si tratta di inserire entrate non previste nelle previsioni di inizio anno, riguardanti principalmente contributi statali (per circa 140 mila euro), un contributo regionale da destinare a progetti fitosanitari contro il punteruolo rosso (60 mila euro), multe (40 mila euro).

Si passerà poi alla rinegoziazione di alcuni  mutui accesi presso la Cassa Depositi e Prestiti, per un valore di 5 milioni e 645 mila euro. Il Comune rinegozia i mutui in quanto vi è una precisa-circolare (dello scorso mese di ottobre), emanata dalla Cassa Depositi e Prestiti che consente ai Comuni la possibilità di rideterminare un nuovo piano di ammortamento (modificando tassi e durata del prestito).

Fermiamo il massacro dei Saharawi” va ad integrare l’elenco degli argomenti in discussione nel prossimo consiglio comunale, a iniziativa dell’assessore alle Politiche della cooperazione e solidarietà internazionale, Daniele Mariani, il quale, in virtù del forte legame del comune di Grottammare con il Popolo Saharawi, ha promosso un documento per sottolineare e condannare la violenta aggressione operata dalla polizia e dall’esercito marocchino per distruggere l’accampamento di Agdaym Izik, nei pressi di El Aaiùn (ex Sahara spagnolo),  dove migliaia di Saharawi si erano radunati per allestire un campo di protesta.

Un’altra integrazione riguarda l’interrogazione presentata dai consiglieri del gruppo Popolo delle Libertà dal titolo “Emissioni in atmosfera”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 119 volte, 1 oggi)