ASCOLI PICENO – Docente presso la Scuola nazionale di judo, costituita di recente dalla Federazione Sammarinese Lotta Peso Judo, ma anche collaboratore di Stefano Stefanel, consigliere nazionale e responsabile del settore kata di judo della Fijlkam (Federazione judo lotta karate arti marziali),  consigliere nazionale e responsabile del settore kata di judo della Fijlkam.

Sono questi i prestigiosi incarichi ottenuti dal maestro ascolano Giuseppe de Berardinis fra il 22 ottobre e il 7 novembre scorsi.

De Berardinis ha avuto modo di farsi apprezzare proponendo due seminari sul kime no kata e il katame no kata, nell’ambito dello stage nazionale per docenti federali da poco conclusosi a Pordenone.

Contemporaneamente allo stage, si è svolto nella stessa sede anche il campionato europeo di kata di judo, in cui la coppia di atlete spezzine Katia Scapazzone e Sofia Roncone, allenate dallo stesso de Berardinis, si è classificata al quarto posto nella specialità kime no kata. Nonostante la scarsa esperienza, le ragazze stanno ottenendo risultati molto incoraggianti a livello nazionale e internazionale.

Grandi soddisfazioni anche per l’associazione sportiva Judo Cento Torri di Ascoli, di cui de Berardinis è presidente. A Sacile di Pordenone, l’atleta ascolana Marta Damiani ha conquistato la medaglia d’argento nella finale di coppa Italia di judo svoltasi il 6 e 7 novembre scorsi, mentre Giulia Iommetti si è aggiudicata la vittoria nella fase di qualificazione regionale accedendo alla finale nazionale Esordienti B di judo, in programma a Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 318 volte, 1 oggi)