RIPATRANSONE – Importanti onorificenze sono state riconosciute al concittadino Luigi Illuminati in occasione delle manifestazioni previste domenica scorsa 7 novembre, per la festa dell’unità d’Italia e dei caduti in guerra e delle Forze Armate.

Al reduce combattente ripano, premiato per “la testimonianza di valori, di comportamento encomiabile e di vita cristiana”, è stata consegnata la targa, la croce al merito di guerra e la medaglia di benemerenza per la partecipazione alle campagne di guerra del 1940-’43. Il toccante momento si è svolto, dopo la celebrazione eucaristica nel duomo di Ripatransone, ai piedi del monumento ai caduti, in piazza Donna Bianca de Tharolis.

I riconoscimenti sono stati assegnati dall’Associazione nazionale artiglieri d’Italia della sezione di Barbara di Ancona, per conto del Ministero della Difesa. Il tutto nell’ambito del progetto socio-culturale “La memoria bellica dei marchigiani nel mondo”, ad opera di Joselito Scipioni, dopo attente ed elaborate ricerche del curriculum del servitore della patria.

In particolare, il fante Luigi Illuminati, classe 1914, fu insignito del congedo illimitato per aver assolto gli obblighi di leva con il 235° Reggimento Fanteria Piceno. Richiamato alle armi per esigenze belliche, fu assegnato al 158° Reggimento Fanteria Cirene con l’incarico di fuciliere. Mobilitato per il fronte con il suo reparto, partì per l’Africa Settentrionale, dove partecipò alle operazioni di guerra dall’11 Giugno 1940 al 4 Gennaio 1941, quando fu fatto prigioniero dalle forze armate inglesi che lo rimpatriarono solo il 4 Aprile 1946.

La celebrazione è stata aperta dal corpo bandistico città di Ripatransone e organizzata con la coordinazione del maresciallo Princigalli. Presenti per l’occasione il presidente della Provincia Piero Celani, il sindaco D’Erasmo, gli alunni dell’Isc di Ripatransone, le associazioni di volontariato, e un consistente numero di parenti, cittadini e autorità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 205 volte, 1 oggi)