Risultati della 13° Giornata d’andata di domenica 14 novembre:
Ancona 1905-Sangiustese 2-0 (22′ Tedoldi, 82′ Pesaresi); Atletico Piceno-Tolentino 0-2 (47′ Verdolini, 85′ Melchiorri); Belvederese-Montegranaro 1-0 (83′ Ribichini); Cingolana-Centobuchi 3-2 (14′ De Florio [Ce], 24’ Carca [Ci], 33’ Alessandrini [Ce], 46’p.t. Simoncelli [Ci], 92’ Lorenzo Gigli [Ci] ); Corridonia-Fortitudo Fabriano 0-0; Elpidiense-Cascinare-Real Montecchio 1-0 (50′ Bugiolacchi); Fulgor Maceratese-Fermana 0-0; Grottammare-Real Metauro 0-0; Urbania-Biagio Nazzaro Chiaravalle 2-0 (32′ e 65′ Luca Braccioni); Urbino-Vis Pesaro 0-2 (22′ Zonghetti, 89′ Torelli).
Classifica : Ancona 1905 31, Elpidiense Cascinare 30, Fermana 28, Tolentino 27, Corridonia 21, Real Montecchio 20, Vis Pesaro 19, Belvederese, Biagio Nazzaro Chiaravalle, Cingolana e Montegranaro 17, Fortitudo Fabriano 16, Urbania 15, Real Metauro 14, Fulgor Maceratese 13, Sangiustese 12 , Atletico Piceno e Grottammare 10, Urbino 8, Centobuchi 7.
Prossimo turno, 14° Giornata d’andata, di domenica 21 novembre ore 14:30:
Biagio Nazzaro Chiaravalle – Urbino ; Centobuchi -Elpidiense Cascinare (anticipo di sabato 20); Fermana-Belvederese; Fortitudo Fabriano-Atletico Piceno; Montegranaro-Urbania ; Real Metauro-Fulgor Maceratese; Real Montecchio-Ancona 1905 ; Sangiustese -Corridonia ; Tolentino-Grottammare ; Vis Pesaro-Cingolana.

GROTTAMMARE – La tredicesima giornata d’andata dell’Eccellenza Marche è andata in archivio con 7 successi (di cui 2 esterni) e 3 pareggi (tutti a reti bianche).

I VERDETTI DELLA GIORNATA:

TESTA: Nella zona alta della graduatoria rimane quasi tutto invariato. L’Ancona 1905 (miglior attacco del torneo con 23 reti realizzate) ancora imbattuto (così come il Tolentino) supera per 2-0 (con le reti dell’ex Samb Tedoldi e del suo esperto capitano Pesaresi ex di Sampdoria, Napoli, Chievo e Benfica) tra le mura amiche Del Conero (dopo 2 pareggi interni consecutivi) la Sangiustese (che non vince da 10 partite ed ha il peggior attacco del torneo con sole 5 reti all’attivo) restando in testa alla classifica. La compagine ospite nelle persone del Patron Pantanetti e del tecnico Marcaccio ha lamentato l’atteggiamento del direttore di gara (Signor Guerrieri di Ascoli Piceno) che a loro dire pur non avendo influito sul risultato finale, ha comunque esagerato ammonendo 3 giocatori rossoblu nei primi 28 minuti della gara per dei semplici contrasti di gioco.

Al secondo posto si conferma (ma non più in compagnia bensì da sola) l’ex capolista Elpidiense (la squadra che ha fatto finora più punti in casa: 16) che ha riscattato il ko interno di domenica scorsa contro il Corridonia battendo di misura (e senza entusiasmare) sempre tra le mura amiche del Ciccalè, il Real Montecchio (con il quale l’anno scorso l’Elpidiense condivise il fondo della classifica in Serie D), scongiurando così un’eventuale crisi (tipo quella che la scorsa stagione colpì la Fermana dopo aver perso il primato in classifica).
Rallenta la Fermana (ancora imbattuta in trasferta e miglior difesa del torneo con sole 4 reti subite) che riscende in terza posizione a causa del terzo pareggio esterno consecutivo stavolta in quel di Macerata dove non è andata oltre lo 0-0 contro la squadra del riconfermato Pierantoni (che dopo il ko di Fabriano aveva rassegnato le dimissioni respinte però dalla squadra) che veniva da 3 ko consecutivi. Ora i canarini sono a -3 dalla vetta.

Si rifà sotto invece il Tolentino (ora a -1 dalla Fermana) ancora imbattuto (così come l’Ancona 1905) che dopo il pari interno con la Belvederese ha espugnato Castel di Lama restando a -4 dalla capolista.

PLAY OFF: Approfittando del pari interno (contro la Fortitudo Fabriano) del Corridonia e del già citato ko esterno del Real Montecchio, la Vis Pesaro (al terzo risultato utile consecutivo) , che non subisce reti da 3 partite, facendo suo il derby (tra squadre che rappresentano i capoluioghi di un’unica provincia) di Urbino, si è riavvicinata alla zona play off (ora a -2). I vissini hanno scavalcato Montegranaro e la Biagio Nazzaro entrambe sconfitte.

CENTRO CLASSIFICA: All’ottavo posto della classifica vi sono ora ben 4 squadre appaiate a 17 punti 2 in questo turno perdenti : Biagio Nazzaro Chiaravalle e Montegranaro e due vincenti : Belvederese e Cingolana (al quinto risultato utile consecutivo tra le mura amiche) che hanno agganciato le altre due squadre citate. La Belvederese dopo il pari di Tolentino, ha battuto agganciandolo, proprio il Montegranaro di Minuti. La squadra di Morsucci dunque si conferma assieme all’altra neopromossa Corridonia una delle sorprese migliori di questo torneo.

Dietro al già citato quartetto c’è la Fortitudo Fabriano (al quarto risultato utile consecutivo) reduce dal pari a reti bianche di Corridonia e quindi il redivivo Urbania (al suo terzo risultato utile consecutivo) che è tornato al successo battendo tra le mura amiche la Biagio Nazzaro grazie ad una doppietta del solito Luca Braccioni (al suo sesto centro stagionale). La compagine ducale è dunque uscita dalla zona play out staccando Fulgor Maceratese e Sangiustese e scavalcando il Real Metauro.

CODA: Delle 3 squadre picene in questo turno è andato a punti solo il Grottammare .
Le 3 compagini ascolane continuano ad occupare assieme all’Urbino (penultimo e non vince dalla 1° giornata, ossia da 12 turni) sconfitto come già detto in casa dalla Vis, gli ultimi 4 posti della graduatoria.

L’Atletico Piceno al suo secondo ko consecutivo (dopo quello di Montecchio), ha perduto come già detto sopra, in casa col Tolentino (al suo 13° risultato utile consecutivo, così come l’Ancona 1905 assieme al quale detiene l’imbattibilità) in una gara dove nella ripresa il nervosismo l’ha fatta da padroni con ben 3 espulsioni (l’attaccante Pelliccioni e il vice allenatore Cesari nei padroni di casa, il centrocampista Panti nelle file ospiti). La formazione lamense (secondo peggior attacco con 19 reti incassate, nonchè la squadra assieme alla Biagio Nazzaro che finora ha fatto meno punti tra le mura amiche:6) dopo 10 partite consecutive in cui era andata a segno, stavolta è rimasta a digiuno anche di gol fatti mentre ne subisce da 13 ininterrotte giornate.

Il Grottammare (tornato a giocare al Pirani, dopo 2 partite disputate in campo neutro) che non vince da ormai 9 giornate, come già detto ha rimediato un punto pareggiando a reti bianche tra le mura amiche col Real Metauro (al suo sesto risultato utile consecutivo). Con questo punticino la compagine rivierasca rimane terz’ultima ma aggancia l’Atletico Piceno. Per i biancocelesti che sono tornati a far punti in casa dopo 3 ko interni (consecutivi), si tratta del secondo pari ad occhiali consecutivo dopo quello di Monte San Giusto, il terzo nelle ultime 4 gare.
Per ora la cura Malloni (3 punti in 7 gare, rispetto ai 7 in 6 partite della gestione Del Moro) stenta a decollare in campionato.
Il Centobuchi (peggior difesa del torneo con 20 reti subite) l’unica squadra che ancora non ha fatto punti in trasferta (dove finora ha perso 7 partite su 7), ha incassato a Cingoli (dove finora ha vinto solo l’Elpidiense) la quinta consecutiva, la decima stagionale, la sesta nelle ultime 7 gare. Ma stavolta numeri a parte, se si analizza la gara odierna, la formazione di Nico (ancora a secco di punti sulla panchina biancoceleste, ma i primi gol segnati sono arrivati) è stata davvero sfortunata, andando 2 volte in vantaggio ma poi facendosi rimontare sul 2-2 in chiusura di primo tempo e poi subendo al 94′ perfino l’immeritata sconfitta e chiudendo pure l’incontro in 9 uomini. Quando si subiscono queste rocambolesche rimonte c’è sicuramente una componente di demeriti propri (giustificati nel caso del Centobuchi dai limiti tecnici evidenziati anche da una classifica deficitaria) ma spesso gli episodi sono frutto del caso ed errori a parte, piove quasi sempre sul bagnato nel senso che la sfortuna (episodi sfavorevoli) accompagna sempre chi è in difficoltà mentre di contro come si suol dire la fortuna è dalla parte degli audaci (in questo caso la Cingolana la cui situazione globale è ovviamente migliore di quella dei monteprandonesi)
I monteprandonesi la cui unica consolazione di questo amaro ko è quella di aver ritrovato la via del gol (dopo 4 giornate d’astinenza), restano ultimi da soli.
CANNONIERI: Andrea Tonici del Tolentino pur non andando a segno in questa giornata, rimane re dei bomber a quota 9 reti. Dietro di lui c’è Bugiolacchi (suo il gol partita al Real Montecchio) dell’Elpidiense Cascinare a quota 7.
COPPA ITALIA: Mercoledì prossimo tornerà la Coppa Italia d’Eccellenza e nella sezione Marche per la 2°Giornata della 2° fase (2 Gironi triangolari) scenderanno in campo nel Girone A dove riposerà la Biagio Nazzaro (3): Real Metauro (0)-Ancona () e nel Girone B dove riposerà il Grottammare (3): Tolentino ()-Fermana (0).
PROSSIMO TURNO: Il prossimo turno si aprirà sabato con il testa coda del Nicolai quando l’Elpidiense (ancora imbattuta in trasferta così come Ancona, Fermana e Tolentino) seconda forza del torneo sarà ospite del fanalino di coda Centobuchi (che viene da 2 sconfitte casalinghe consecutive) in una gara tra due squadre che fino alla scorsa stagione militavano in Serie D. Il Grottammare (che non ha mai vinto finora in trasferta) invece sarà di scena a Tolentino, mentre l’Atletico Piceno (che non ha ancora mai vinto in trasferta) giocherà a Fabriano contro una delle squadre attualmente più in forma. Bel match ci sarà al Recchioni di Fermo dove la squadra dicasa guidata da Cornacchini ospiterà l’insidiosa matricola Belvederese. L’Ancona invece sarà impegnata a difendere il primato in quel di Montecchio. Infine da segnalare un bel derby maceratese tra due compagini che stanno vivendo opposte ed impreviste realtà: Sangiustese (reduce da 4 pareggi interni consecutivi, ha perso una sola partita in casa col Montegranaro ma non vince dalla 2° giornata)-Corridonia (ha perso in trasferta solo ad Urbania e viene da 3 successi esterni consecutivi).

TABELLINO DI CINGOLANA-CENTOBUCHI 3-2 (1°T.2-2)
CINGOLANA: Gambadori, Tomassoni, Cacciamani (91)- (61’ Lippi 92) , Schiavoni, Gianfelici (92), Fraternali, Alessandro Gigli (84’ Michele Marchegiani), Lorenzo Gigli, Carca, Simoncelli, Giuliani (61’ Saverio Federici). A disposizione: Emiliani, Mazzi (91), Crescimbeni (91) e Clementi. Allenatore: Andrea Mazzaferro.
CENTOBUCHI: Palanca, Alessandrini, Trasatti (91), Pesce (91), Silvestri, Consiglio, De Florio, Tramannoni, Caselli , Frinconi, Angelini (92). A disposizione: Marchegiani, Antonini (92), De Signoribus (92), Cappella (91), Fioravanti e Luzi. Allenatore: Stefano Nico.
Arbitro: Serfilippi di Pesaro.
Reti: 14’ De Florio (CE), 24’ Carca (CI), 33’ Alessandrini (CE), 46’p.t. Simoncelli (CI), 92’ Lorenzo Gigli (CI).
Espulsi: al 71’Trasatti (CE) per fallo di reazione (gioco fermo per diversi minuti dopo questa discussa espulsione) e al 92’ Consiglio (CE) per fallo da ultimo uomo.
Ammoniti: Pesce e Frinconi (CE), Lorenzo Gigli (CI)
Angoli: 9-2.
Recuperi: 2’+7’.
Spettatori: 150 circa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)