ASCOLI PICENO – Una maxi truffa ai danni dello Stato perpetuata fin dal 2004 da una vasta organizzazione che aggirava qualsiasi imposta fiscale importando illecitamente veicoli di lusso dalla Germania, e che vede coinvolte numerose persone residenti in diverse regioni d’Italia. Due gli arresti nella provincia di Ascoli : si tratta di Piero Capriotti, 53 anni residente a San Benedetto, e Claudio Speca, 48 anni residente ad Ascoli Piceno, entrambi gestori della concessionaria “Best Car”.

Da questa mattina sono in corso le attività del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo che, su disposizione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Termini Imerese, dottor Giuliano Castiglia , in collaborazione con i diversi Reparti territoriali del Corpo, tra i quali il Nucleo di Polizia Tributaria di Ascoli Piceno, ha tratto in arresto un totale 12 persone.

L’operazione ha interessato la Sicilia, il Veneto e le Marche e costituisce il frutto di complesse indagini, supportate da accertamenti bancari, perquisizioni locali, sequestri di documentazione ed intercettazioni telefoniche che hanno coinvolto numerose utenze.

L’organizzazione importava centinaia di auto di lusso dalla Germania per un valore commerciale di circa 30 milioni di euro in totale evasione di imposte, attraverso la creazione e l’interposizione negli scambi di società “cartiere” che hanno emesso fatture per operazioni inesistenti a favore di altre società beneficiarie della frode.

Le cartiere provvedevano a fatturare i mezzi a società beneficiarie della frode, che, utilizzando le fatture per operazioni soggettivamente inesistenti, hanno potuto detrarsi illecitamente l’IVA a credito sugli acquisti, pagando di fatto il mezzo ad un prezzo mediamente inferiore del 10-13% di quello praticato dal fornitore estero. Tali mezzi potevano dunque essere offerti al pubblico ad un prezzo sicuramente concorrenziale a danno degli operatori onesti; tra queste società, acquirenti finali ovvero seconde interposte, figura anche la Best Car.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.902 volte, 1 oggi)